• Articolo Sidney, 21 settembre 2012
  • Un accordo per la produzione di biodiesel

    Germania e Australia firmano per volare green

  • Per aumentare il numero di voli a basso impatto ambientale Lufthansa pensa alla costruzione di un impianto per la produzione di biodiesel dalle alghe

(Rinnovabili.it) – La compagnia aerea tedesca Lufthansa si è accordata con l’australiana Algae Tec per la costruzione di un impianto per la produzione di biodiesel destinato all’aviazione e ottenuto dalla lavorazione delle alghe.

Le due aziende hanno firmato l’accordo di collaborazione all’inizio della settimana specificando solamente che l’impianto verrà costruito in un paese europeo nei pressi di una fonte industriale di CO2, che verrà impiegata per favorire la crescita della materia prima.

A firma depositata la società australiana ha dichiarato di vedere nell’accordo la base per la cooperazione a lungo termine tra le due realtà per la produzione di alghe adatte ad essere convertite in kerosene e in diesel convenzionale. Nonostante alcuni dettagli siano stati già diffusi manca ancora il via libera a procedere per il progetto, e non si conoscono neanche i tempi di realizzazione, il costo finale del prodotto né il volume dell’eventuale produzione.

Lufthansa, che da tempo sta sperimentando i biocarburanti per l’alimentazione dei propri aeromobili sta puntando alla produzione di kerosene da alghe per ridurre ulteriormente le emissioni della compagnia. Riempiendo i serbatoi di un mix composto da kerosene tradizionale e biodiesel la compagnia punta a risparmiare per ogni viaggio effettuato circa 500 kg di carburante tradizionale, pari ad 1,6 tonnellate di emissioni di CO2.