• Articolo Washington, 24 ottobre 2012
  • Il “passo evolutivo” della tecnologia automobilistica

    Gli Usa al lavoro per studiare le supercar

  • La National Highway Traffic Safety Administration ha avviato una serie di discussioni con l’industria di settore e con Google per capire quanto manca all’introduzione dei veicoli automatizzati

(Rinnovabili.it) – Nei primi anni ’80 fece il suo debutto sul piccolo schermo KITT, la supercar completamente automatizzata e dotata di una straordinaria intelligenza artificiale. Trent’anni dopo questa speciale automobile è quasi realtà e gli Stati Uniti sono pronti a fare da apripista tecnologico al futuro del trasporto pubblico. Intelligenza artificiale a parte infatti, le auto che si guidano da sole hanno finalmente negli States prototipi di successo (vedi la Google Car) e una schiera sempre più di fan ed investitori. Ecco perché l’amministrazione Obama ha deciso di prendere in seria considerazione questa tecnologia lanciando un’iniziativa di ricerca che ne determini la sicurezza e l’affidabilità.

 

Parlando nel corso di un incontro promosso dalla Volvo all’ambasciata svedese a Washington, David Strickland, capo della National Highway Traffic Safety Administration, ha definito i veicoli automatici come il naturale “passo evolutivo” della tecnologia automobilistica, rivelando d’aver avviato una serie di discussioni con l’industria di settore e con Google sui passi precedenti all’introduzione di questi mezzi sul mercato. “I veicoli automatici offrono una soluzione importante e rivoluzionaria per la riduzione del rischio di incidenti che noi riteniamo costituire una grande promessa”, ha detto Strickland. “Abbiamo la possibilità di salvare … migliaia e migliaia di vite” sostituendo le auto attualmente in uso con quelle automatiche. Nella federazione già tre Stati -Nevada, Florida e California – hanno autorizzato la sperimentazione di auto che si guidano da sole sulle loro strade e la legislazione è stata proposta anche da altri governatori e nel Distretto di Columbia