• Articolo Beckton , 8 aprile 2013
  • Un accordo del valore di 200 mln

    Grasso alimentare per illuminare Londra

  • La centrale elettrica di Becket sarà alimentata con grasso di cucina e darà energia a 40mila abitazioni

Grasso alimentare per illuminare Londra(Rinnovabili.it) – I rifiuti prodotti dalla ristorazione londinese e dalle industrie alimentari saranno trasformati in energia per alimentare migliaia di abitazioni. Lo hanno dichiarato la Thames Water e la 2OC firmatari di un accordo, della durata di 20 anni e del valore di 200 milioni di sterline, redatto con l’obiettivo di dar vita a quella che potrebbe diventare la più grande centrale elettrica al mondo alimentata ad olio fritto. L’energia generata dal grasso e dagli scarti che ostruiscono le fogne della capitale saranno utilizzati per il funzionamento di un impianto di depurazione e uno di desalinizzazione, ma in parte andrà anche ad alimentare la rete nazionale.

Si prevede che quotidianamente verranno raccolte circa 30 tonnellate di rifiuti, ovvero la metà del combustibile necessario alla centrale per funzionare mentre il resto del carburante sarà composto consisterà da oli esausti e grassi animali escludendo gli oli vergini.

La centrale, costruita a Beckton, potrebbe divenire operativa già nei primi mesi del 2015 e la produzione stimata si aggira intorno ai 130 GWh all’anno, abbastanza per alimentare 40 mila abitazioni di medie dimensioni.