• Articolo Milano, 10 aprile 2013
  • In programma dal 9 al 14 di aprile

    The GreenBike, così Milano prende lezioni dall’Olanda

  • L’iniziativa mira a incentivare l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto urbano e la diffusione di aree verdi. Presentato da Legambiente il progetto europeo SUPERHUB

GreenBike, a Milano la settimana dedicata all'uso della bici in città(Rinnovabili.it) – Milano come Amsterdam. Il capoluogo lombardo ha accettato un importante sfida: dar nuovo impulso alla ciclorivoluzione iniziata in Italia, guidando i propri cittadini verso modelli virtuosi di mobilità urbana sull’esempio olandese. A disposizione una settimana di tempo, quella di The GreenBike, in programma dal 9 al 14 di aprile in concomitanza al Salone del Mobile di Milano e alle manifestazioni del Fuori Salone di Milano Design Week.

Organizzata da AMAZElab – laboratori di produzione e diffusione culturale, in collaborazione con l’Ambasciata e il Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi a Milano, GreenBike si pone come obiettivo quello di incentivare le due ruote come mezzo di trasporto urbano e la diffusione di aree verdi, fornendo ai cittadini e ai visitatori l’opportunità di riscoprire i numerosi sentieri poco conosciuti e le attività connesse che si trovano sul territorio. Fino al 14 aprile si alterneranno una serie di mostre e incontri dedicati alla bici come mezzo di trasporto urbano alternativo, alle proprietà benefiche delle piante, e ai progetti volti a sviluppare ulteriormente le aree verdi.

 

 

All’evento prenderà parte anche Legambiente con la presentazione di SUPERHUB, progetto europeo di ricerca che coinvolge 20 partner in cinque nazioni della UE. Lo scopo di SUPERHUB è di riuscire a lanciare entro il 2014, il prototipo di una nuova piattaforma tecnologica open source e multidevice (un applicazione sia su pc che su smartphone e tablet) in grado di costruire on demand percorsi di mobilità integrata. In altre parole lo strumento permetterà a ogni cittadino di ottenere informazioni e consigli per muoversi riducendo impatto ambientale, tempo di viaggio e costi.  In 36 mesi di tempo il progetto testerà, con test sul campo effettuati insieme ai cittadini,  i diversi stadi di sviluppo della piattaforma a Milano Barcellona e Helsinki.