• Articolo Bruxelles, 9 novembre 2012
  • Un appello degli ambientalisti

    Greenpeace EU critica CARS 2020

  • Meno di 24 ore dopo la pubblicazione del piano d’azione europeo CARS 2020 Greenpeace denuncia il lato debole del progetto, che lascia poco spazio alla sostenibilità ambientale

(Rinnovabili.it) – Greenpeace non ci sta e critica pubblicamente il programma CARS 2020. Annunciato ieri dalla Commissione europea, il Piano d’Azione dedicato al settore dei Trasporti del continente è stato accusato dall’Associazione di non contenere misure sufficienti per la riduzione dell’impatto ambientale del settore automobilistico, che contribuisce largamente al cambiamento climatico.

 

Un piano d’azione inefficace, nato per stimolare la competitività e la sostenibilità del settore che invece risulta debole agli occhi dell’Associazione ambientalista, che non ci ha messo neanche 24 ore a ribattere facendo sentire le proprie ragioni.

 

“Il commissario per l’Industria Antonio Tajani sta aiutando l’industria automobilistica dandole sostegno finanziario incondizionato indipendentemente dalla loro capacità di innovare e ridurre la loro impronta di carbonio”, ha criticato in un comunicato responsabile per i trasporti di Greenpeace UE, Franziska Achterberg.