• Articolo Vienna, 16 marzo 2012
  • Un progetto europeo

    Guida ecologica e sostenibile con ECONAV

  • Attenta all’ambiente e allo stile di guida la nuova App ECONAV aiuterà gli europei a risparmiare carburante e a spostarsi green

(Rinnovabili.it) – Da molto tempo ci si interroga per trovare il giusto stile di guida che sia allo stesso tempo performante ed ecologico. Cercando di aiutare i consumatori a divenire guidatori eco-attenti l’Europa sta sostenendo un progetto chiave che è partito dall’analisi di come i problemi ecologici legati al traffico veicolare siano in effetti i maggiori responsabili dell’emissione di CO2.

Il progetto ECONAV (Ecological aware navigation: usable persuasive trip advisor for reducing CO2 consumption) sostenuto con un fondo da 2,3 milioni di euro nell’ambito del tema ‘tecnologie dell’informazione e della comunicazione’ (TIC) del Settimo Programma Quadro dell’UE. I ricercatori del Center for Usability Research and Engineering (CURE), in Austria, si stanno quindi concentrando per programmare una nuova App che informerà i conducenti di una serie di condizioni variabili elaborando statistiche sulle condizioni di guida del conducente anche in relazione ai coetanei dei diversi paesi dell’Unione. Alla fine della settimana l’utente riceverà una sorta di pagella che evidenzierà le criticità della modalità di guida, permettendo così di migliorare le performance in maniera ambientalmente sostenibile motivando il conducente a migliorare i propri standard.

Accanto all’applicazione per smart phone nasce l’omonimo consorzio, costituito da ricercatori e imprenditori provenienti da Austria, Repubblica ceca, Grecia, Irlanda, Paesi Bassi e Svizzera impegnati a rendere il prodotto commercializzabile.

Oltre a suggerire uno stile di guida ecologico, l’App sarà in grado di valutare i casi in cui sarà più conveniente lasciare l’auto parcheggiata in garage e scegliere il trasporto pubblico, ha specificato il professor Brian Caulfield del Trinity College di Dublino in Irlanda, un membro del team Econav. “Il sistema dirà quali sono e quali saranno le modalità più rispettose dell’ambiente ed economicamente convenienti” ha specificato Caulfield ricordando che non sarà necessario inserire i propri dati nel sistema dal momento che l’applicazione è collegata ai satelliti geoposizionamento. Quindi, supponendo che si faccia una cattiva scelta, come prendere l’auto al posto del treno o dell’autobus, l’applicazione rimprovererà l’utente, indicando quanti soldi sono stati sprecati in carburante e sottolineando di aver aumentato la vostra impronta di carbonio.

Il team di ricercatori Econav ha dichiarato inoltre che l’applicazione si collegherà ai canali dei social media e riuscirà a confrontare l’andamento di guida dell’utente. Il sistema verrà testato entro dicembre, a partire dalla capitale austriaca Vienna.