• Articolo Milano, 20 giugno 2012
  • BlaBlaCar leader europeo dei viaggi condivisi

    Il carpooling offre un milione di passaggi

  • Crescono i numeri del carpooling. BlaBlaCar raggiunge quota un milione di posti offerti, complice la crisi economica e il caro benzina

(Rinnovabili.it) – In tempo di crisi e di caro benzina condividere un’auto, e quindi le spese di viaggio, è un’idea che fa gola a molti. Lo dimostrano i numeri di BlaBlaCar, che ha superato il milione di posti disponibili garantendo ai viaggiatori risparmio e sicurezza.

Una crescita, quella registrata dal fenomeno noto come carpooling, che cresce del 135% ogni anno e che dalla nascita del servizio, il 2004, vanta almeno 2 miliardi di chilometri di viaggi condivisi, pari a oltre 44mila volte il giro del mondo e ad un risparmio di oltre 180 milioni di euro.

Buoni i risultati ottenuti e ottimi i presupposti per l’estate che sta arrivando. Lo studio pubblicato oggi dal leader europeo dell’auto condivisa dimostra che l’interesse per l’ambiente e la necessità di risparmiare, unite allo strumento web per condividere posti auto e accettare passaggi, si sta rivelando un vero successo.

E’ garantito, innanzitutto, il calo dei costi di viaggio, sui quali vanno principalmente ad influire benzina e pedaggio autostradale. Per quanto riguarda il carburante, attualmente a quota 1,816 euro/litro un viaggio in compagnia da Roma a Milano abbassa i costi al litro portandoli a 60 centesimi di euro se il tragitto è condiviso con 4 persone, il costo indicativo del carburante per il viaggio passa da 75 euro a soli 25 euro, neanche un terzo di un biglietto di seconda classe con treno ad alta velocità.

“Sono molte le soluzioni che vediamo adottate in questi giorni per contrastare il caro prezzi; è certamente un segnale positivo, che viene incontro alle esigenze degli automobilisti. Ma questi risparmi, nell’ordine di pochi centesimi, sono comunque irrisori, se paragoniamo il prezzo medio dei carburanti a quanto costa la benzina a chi regolarmente condivide l’auto: parliamo di un risparmio che può raggiungere il 75% rispetto a un viaggiatore individuale. Condividere l’auto” conclude Bremer “si conferma quindi un’alternativa imbattibile che permette di tagliare contemporaneamente il costo del carburante e la quantità di emissioni di CO2” ha dichiarato Olivier Bremer, country manager BlaBlaCar Italia.