• Articolo Parigi, 5 ottobre 2011
  • Oltre sessanta aziende europee hanno aderito al progetto

    In Europa lo standard di ricarica si chiama EV Ready

  • L’Alleanza Renault Nissan, PSA Peugeot Citroen e Mitsubishi Motors hanno deciso di sviluppare e promuovere congiuntamente una singola specifica tecnica europea per le “charge stations” dei veicoli elettrici

(Rinnovabili.it) – Un unico sistema standardizzato per la ricarica delle auto elettriche in Europa. Questo l’obiettivo di EV Ready, il progetto a cinque mani lanciato dai grandi brand dell’automotive mondiale. Originalmente pensato e promosso da Renault e Schneider Electric, EV ready ha già conquistato la partecipazione dell’Alleanza Renault-Nissan, PSA Peugeot Citroën e Mitsubishi Motors, tutti concordi nella decisione di sviluppare e diffondere uno standard per le colonnine di ricarica utilizzabile da tutte le e-car immesse sul mercato.

Le cinque case automobilistiche lavoreranno per garantire l’interoperabilità tra l’infrastruttura e i veicoli elettrici o ibridi sul territorio europeo attraverso un sistema unificato destinato a coprire i requisiti considerati in aggiunta alle norme esistenti. Tenendo d’occhio l’ulteriore sviluppo della specifica normativa – CEI61851-1 ed2.1 -, i tecnici dovranno completare lo sviluppo e la formalizzazione dei requisiti di certificazione. Lo schema di validazione sarà fornito nei dettagli nei prossimi mesi; attualmente è basato sul principio di auto-dichiarazione di conformità del gestore, attraverso la verifica di compatibilità con i veicoli dei partner automobilistici, ma si sta valutando la possibilità di affidare il processo di verifica ad un organismo terzo. Oltre sessanta aziende europee, che vanno dai fornitori di energia elettrica fino agli operatori di rete, stanno lavorando per l’adozione e lo sviluppo di EV Ready.