• Articolo Amsterdam, 2 ottobre 2012
  • Debutta in Europa il primo servizio di “motorino pubblico”

    Invasione di eco-taxi a due ruote per i Paesi Bassi

  • Un centinaio di scooter elettrici circoleranno nei centri di Amsterdam, Rotterdam, L’Aia e Utrecht per offrire un nuovo servizio di trasporto dal cuore verde e multimediale

(Rinnovabili.it) – E’ in corso una silenziosa invasione nelle strade cittadine più antiche d’Olanda. Da ieri una nuova offerta di trasporto pubblico ha debuttato nel centro della capitale, pronta a contagiare nei prossimi mesi anche Rotterdam, L’Aia e Utrecht. Si tratta di Hopper, il primo servizio di taxi a due ruote elettriche d’Europa, che con la quota iniziale di 100 e-scooter proverà ad offrire ai cittadini dei Paesi Bassi un’alternativa ai tram e ai taxi tradizionali.

I motorini circoleranno tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00 sulle strade di Amsterdam, affidando alla tecnologia IT il sistema di prenotazione. Un avanzato dispositivo di navigazione TomTom, scaricabile su qualsiasi smartphone, consente ai clienti durante il booking online di sapere dove si trovano i motorini liberi e quelli già impegnati e valutare i tempi d’attesa. Ma a convincere sono soprattutto le tariffe: solo 2 euro mezzo per una corsa, un prezzo “low” reso possibile dal momento che il sistema prevede entrate alternative come l’affitto dello scooter e l’affissione di pubblicità.

Dietro Hopper c’è Ruben Beugels, un imprenditore che non solo ha saputo guardare lontano ma ha anche avuto la capacità di convincere il Ministero delle Infrastrutture e dell’Ambiente e le amministrazioni comunali a divenire partner attivi dell’iniziativa. Il progetto prevede di estendere la flotta dalla capitale alle altre tre grandi città olandese entro la fine del 2013 e quindi valutare un programma di espansione in altri 34 comuni a medie dimensioni della Nazione.