• Articolo Mosca, 4 settembre 2012
  • Rimandato il lancio della prima auto ibrida russa

    La Yo Mobile del miliardario Prokhorov sul mercato nel 2014

  • L’annuncio arriva Andrey Biryukov, ex-direttore generale della Yo-Auto, che spiega: “non è stata una mossa pubblicitaria del magnate pro-elezioni”

(Rinnovabili.it) – Avrebbe dovuto raggiungere il mercato nazionale quest’autunno e invece la Yo Mobile, la prima auto ibrida fabbricata in Russia, non vedrà i suoi acquirenti prima della fine del 2014. L’annuncio arriva da Andrey Biryukov, ormai ex-direttore generale della Yo-Auto, avendo rassegnato le dimissioni a causa del rinvio; Biryukov, che ha spiegato alla stampa come il ritardo sia stato causato dal rinvio di un fornitore di componenti statunitense, ha tenuto anche a sottolineare come la piccola concept car non sia stata una trovata pubblicitaria dal miliardario russo Mikahil Prokhorov per conquistare voti nelle elezioni presidenziali. La Yo Mobile è, infatti, sostenuta in gran parte dal tycoon, che ha investito ben 150 milioni di euro per fondare l’azienda. “Molti detrattori diranno ora che si trattava solo di una campagna di pubbliche relazioni di Mikhail Prokhorov” ha commentato Biryukov all’agenzia Interfax. “Ma non è così e lui continua a finanziare la joint venture”.

La promessa è che questa utilitaria compatta soddisfi gli oltre 100mila ordini già pervenuti a fine 2014- inizio 2015, battezzando il mercato automobilistico russo con una delle sue svolte tecnologiche più importanti.  La vettura, infatti, oltre alla propulsione ibrida elettrica-gas ha una monoscocca interamente realizzata in polipropilene rinforzato da 20 a 30 mm di fibra di vetro e con una struttura a nido d’ape per distribuire l’energia d’urto. Yo Mobile dovrebbe raggiungere una velocità massima di 130 km/h, mentre l’autonomia è di 700 km con un pieno di gas naturale.