• Articolo Milano, 20 settembre 2012
  • Un'indagine di SuperMoney

    L’auto elettrica tra risparmio e caro prezzi

  • SuperMoney ha paragonato prezzi e consumi di un’auto elettrica con una a benzina: il risparmio c’è ma a fermare la diffusione della e-mobility sono i costi iniziali

(Rinnovabili.it) – Caro benzina e crisi economica hanno permesso ai consumatori di conoscere meglio i mezzi alternativi, alimentazioni a basso impatto ambientale e  veicoli elettrici. E’ un’analisi condotta da SuperMoney a mettere in evidenza quanto si spende e quanto si risparmia scegliendo un’auto elettrica passando in rassegna una serie di costi che vanno dal bollo ai pargheggi. Il risultato? Gli EV permettono al cittadino di risparmiare fino a mille euro l’anno se paragonate ad un’automobile ad alimentazione tradizionale anche se, ciò che per il momento figura con il maggiore impedimento alla loro diffusione oltre alla mancanza di infrastrutture, è il prezzo di mercato ancora troppo elevato.

L’analisi di SuperMoney ha messo quindi a confronto i costi di mantenimento di due automobili, una elettrica e una a benzina evidenziando che, se si tiene in considerazione la polizza auto con una macchina elettrica il risparmio è del 30%. Considerando invece la voce “imposte” con un EV si risparmia il 100% visto che è esente dal pagamento del bollo per un periodo di 5 anni e, a partire dal sesto anno, paga il 75% dell’imposta ma solo in lacune regioni.

I risparmi sono ancora maggiori se si considera l’alimentazione del veicolo: con un’auto elettrica, l’auto utilizzata per le stime è una C-Zero, la quota da pagare per percorrere 100 km è di 1,5 euro mentre con la C-1 a benzina per percorrere lo stesso tragitto occorrono 8,6 euro.

Ma i vantaggi non sono solo economici. Utilizzare una vettura a emissioni zero permette di circolare liberamente all’interno delle zone a traffico limitato con un risparmio che, in zone come Milano, arriva anche a 5 euro giornalieri e con la possibilità di guidare nelle corsie preferenziali, nelle giornate ecologiche e  di parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu.

Ma nonostante il risparmio decretato di mille euro annui è il costo iniziale degli EV, doppio rispetto ad un’auto a benzina, a mettere in difficoltà gli automobilisti.

“L’auto elettrica ha grandi potenzialità: piace a molti automobilisti ma continua a essere ben lontana dalla portata della maggior parte di loro – commenta Andrea Manfredi, amministratore delegato di SuperMoney -. Le case automobilistiche stanno raccogliendo la sfida di creare modelli sempre più avanzati dal punto di vista tecnologico, a prezzi via via più competitivi; una recente indagine dell’Osservatorio sull’Auto Elettrica di Deloitte ci dice, infatti, che per il 66% degli italiani il prezzo di un’auto elettrica non dovrebbe superare i 15.000 euro. Nel frattempo, anche il Governo può fare la sua parte, offrendo maggiori incentivi per questo mercato”.