• Articolo Roma, 15 maggio 2012
  • Unindustria presenta il progetto sperimentale di logistica sostenibile

    Logeco, e il trasporto merci capitolino si eco-converte

  • Per i prossimi tre mesi all’interno del Centro Storico romano verrà testata un’isola dedicata allo scambio logistico di merci da mezzi a benzina a quelli elettrici

(Rinnovabili.it) – Il Tridente capitolino si prepara a divenire modello per una distribuzione urbana delle merci a basso impatto ambientale. Il merito va a LOGeco, il progetto sperimentale di logistica sostenibile presentato oggi dai vertici di Unindustria e dall’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Antonello Aurigemma. L’iniziativa, resa possibile dalla collaborazione con la Camera di Commercio di Roma e dal supporto del Centro di ricerca per il Trasporto e la Logistica dell’Università Sapienza di Roma, ha preso ufficialmente il via ieri con l’inaugurazione del primo “transit point”, isola dedicata allo scambio logistico di merci da mezzi a benzina a quelli elettrici in via Principessa Clotilde, a pochi metri da piazza del Popolo. Per tre mesi due furgoni ad alimentazione elettrica verranno impiegati per testare i percorsi e le necessità logistiche nel centro storico romano di corriere espressi e di diversi servizi di consegne. Alla fine del periodo di valutazione LOGeco avrà in mano tutti gli elementi utili all’elaborazione di un piano delle opportunità di logistica urbana a basso impatto ambientale a Roma.

“Si tratta di un progetto che mira ad individuare soluzioni alternative per la gestione della logistica urbana, in particolare per ciò che riguarda il Centro Storico di Roma – spiega l’assessore alla Mobilità di Roma Capitale Antonello Aurigemma – L’obiettivo è di trovare dei sistemi ancora più sostenibili, che possano conciliare le esigenze degli operatori del trasporto e dei residenti e alleggerire ulteriormente l’impatto ambientale sulla città”.

Il progetto mira a identificare soluzioni sostenibili per la distribuzione commerciale che riducano l’impatto del traffico in entrata nel Centro Storico senza penalizzare le attività economiche di quei 1.112 esercizi commerciali rilevati in zona, ma piuttosto creando delle opportunità di business per le imprese del settore. Oltre al contributo diretto di aziende associate a Unindustria che operano nel settore della logistica, l’iniziativa ha coinvolto diversi partner, come Renault, che ha fornito i Kangoo Z.E, Enel per le colonnine di ricarica, Saba Italia e Lies e da aziende del settore IT per l’automazione e semplificazione dei processi.