• Articolo Londra, 23 luglio 2015
  • Svelati i piani dal sindaco Boris Johnson

    Londra vuole diventare capitale europea dell’auto elettrica

  • Giù le tasse d’accesso alla Ztl, investimenti negli autobus a zero emissioni e sovvenzioni ai taxi elettrici. Così Londra promuove l’auto elettrica

Londra vuole diventare capitale europea dell'auto elettrica 1

 

(Rinnovabili.it) – Il sindaco di Londra Boris Johnson ha svelato i suoi piani per rendere Londra la capitale europea dell’auto elettrica. Si è posto una serie di obiettivi, che vanno dalla riduzione della pressione fiscale sui possessori di veicoli a basse emissioni al miglioramento dei servizi necessari per la mobilità elettrica.

Verrà abbassata la London congestion charge, che le auto tradizionali pagano interamente.  Si tratta di un pedaggio che i conducenti di alcuni mezzi a motore devono pagare per poter accedere alle parti di Londra designate come Congestion Charge Zone e situate nel centro della città. Il suo scopo è di scoraggiare l’utilizzo dei mezzi privati di trasporto a motore, ridurre la congestione e ricavare fondi per investimenti nel trasporto pubblico. La tariffa è di 11,50 sterline al giorno per ogni veicolo interessato che viaggi nella zona a pagamento tra le ore 7 del mattino e le 18; chi trasgredisce al pagamento deve pagare una multa. Tasse simili hanno riscosso l’odio dell’opinione pubblica in Italia, ancora legata ai mezzi di proprietà e poco incentivata a fruire di un servizio pubblico scadente.

 

Londra vuole diventare capitale europea dell'auto elettrica

Boris Johnson, sindaco di Londra

Il sindaco londinese, però, non si ferma alla leva fiscale: prevede anche sovvenzioni ai tassisti, per aiutarli a pensionare auto più vecchie di 10 anni e passare a vetture elettriche e l’installazione di punti di ricarica.

Ancora in forse l’introduzione di corsie preferenziali per gli e-vehicles e tariffe di parcheggio più basse in alcune parti di Londra. L’ufficio del sindaco ha detto che esplorerà questa idea.

Per quanto riguarda il trasporto pubblico, la Transport for London (TfL) sta cercando di rendere la sua flotta di autobus più green, attraverso l’introduzione di mezzi elettrici e di alcune tratte dedicate soltanto all’elettrico.

Londra è la città più inquinata del Regno Unito, con livelli di tossicità dell’aria che in alcune zone superano di tre volte e mezzo il limite legale nell’UE. Un recente studio condotto da TfL insieme alla Greater London Authority, ha rilevato 9.500 i londinesi sono morti all’inizio del 2010 a causa dell’inquinamento.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *