• Articolo Pechino, 23 marzo 2018
  • LSEV, l’auto stampata in 3D è pronta per la produzione

  • Nasce dalla partnership tra la cinese Polymaker e la startup torinese XEV, il primo quadriciclo leggero stampato. Per fabbricarlo bastano solo 3 giorni

lsev

 

 

(Rinnovabili.it) – Compatta, elettrica, economica e soprattutto fresca di stampa. In una sola parola: LSEV, la prima auto stampata in 3D “con la spina” a finire nella produzione in serie. Per lo meno questo è quanto promette la cinese Polymaker, produttrici di materiali per stampa tridimensionale, che ha presentato il progetto in questi giorni al China Cultural Museum di Shanghai. La società realizzerà la nuova minicar in collaborazione con una stratup torinese, la XEV srl (di cui si trovano pochissime informazioni in rete), con l’obiettivo di arrivare sul mercato asiatico ed europeo entro il 2019.

 

Secondo Polymaker, tutte le parti visibili della macchina, tranne il telaio, sedili e vetri sono stampati in 3D. L’adozione di questo approccio avrebbe consentito di ridurre il numero totale di componenti singole da circa 2000 a soli 57 pezzi, cifra che presumibilmente non include elementi come il gruppo motopropulsore. Inoltre, avrebbe reso possibile raggiungere un peso totale del veicolo di appena 450 kg. La vera rivoluzione sarebbe però nei tempi di ricerca&sviluppo e in quelli produzione di LSEV: la stampa 3D, afferma l’azienda cinese, ha consentito alla XEV di completare i nuovi progetti in soli 3-12 mesi, lì dove un veicolo tradizionale richiederebbe almeno tre-cinque anni. E la fabbricazione ha bisogno di appena 3 giorni. Tutto ciò si traduce, secondo Polymaker, in una riduzione dei costi iniziali di circa il 70 per cento, con un’evidente ripercussione positiva sul prezzo finale (si parla di circa 7.500 dollari, ma il dato non è ufficiale).

 

 

Ovviamente i requisiti tecnici sono quelli di un quadriciclo leggero: dotata di due posti, LSEV possiede una velocità massima dichiarata di appena 69 km/h e un’autonomia di 150 km con una ricarica.

 

>>Leggi anche Concept Michelin: Pneumatici senza aria, stampati e biodegradabili<<

 

“È il primo vero progetto di produzione di massa che utilizza la stampa 3D”, afferma il CEO di Polymaker, Luo Xiaofan. “Ci sono anche molte altre aziende che utilizzano la stampa 3D per la produzione, ma nulla può davvero essere paragonato a XEV in termini di dimensioni, scala e intensità”. Secondo quanto riportano i media cinesi, la startup italiana avrebbe già ricevuto diversi ordini in Europa. Per ora le informazioni sono davvero poche e provengono per lo più dalla società cinese, ma il designer Arturo Tedeschi e il suo studio A> T hanno rivelato di essere stati coinvolti nel design dell’auto.

Un Commento

  1. ritamir
    Posted marzo 22, 2018 at 7:56 pm

    Non mi dispiace.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *