• Articolo Madrid, 27 febbraio 2012
  • Il governo riduce di quasi quattro quinti gli eco-incentivi

    Madrid taglia i sussidi alle e-car

  • Il Consiglio dei ministri nella riunione del Venerdì ha approvato un decreto regio che stabilisce l’importo degli aiuti per il 2012 per l’acquisto di veicoli elettrici

(Rinnovabili.it) – Il deficit di bilancio della Spagna non risparmia nessuno e Madrid, per rafforzare gli sforzi finanziari già messi in campo fino ad oggi, ha deciso di mettere mano anche agli aiuti concessi ala settore dell’e-mobility. Dopo il discusso caso della moratoria imposta dal Governo sulle rinnovabili, il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto regio che stabilisce il nuovo (e ridotto) importo per gli eco-incentivi che verranno elargiti durante questo 2012, mantenendo lo stesso sistema di regolamentazione e di gestione approvato nel maggio del 2011.

Il provvedimento fissa un contributo massimo di 10 milioni di euro, solo un quinto rispetto a quanto precedente preventivato. Entrando nel dettaglio, il Ministero dell’Industria, Energia e Turismo sovvenzionerà il 25% del prezzo di vendita, al lordo delle imposte, per i nuovi veicoli elettrici, con un massimo di 6.000 euro/unità per le flotte e gli utenti individuali e fino a 30.000 euro per veicoli di grandi dimensioni (come gli autobus). L’importo individuale degli eco-incentivi si rifà al prezzo d’acquisto per i veicoli “completi di batterie; in caso contrario la percentuale del sussidio passa al 35%.