• Articolo Trieste, 25 novembre 2011
  • Mobilità: 38.000 euro per progetto pilota a Trieste

  • L’iniziativa progettuale si sostanzierà in una microsimulazione diretta a valutare l’effettiva circolazione dei veicoli sul territorio, riconoscendone le diverse fasi di moto

Su proposta dell’assessore alle Finanze del Friuli Venezia Giulia Sandra Savino, la Giunta regionale ha approvato il finanziamento di 38.000 euro a favore di un progetto pilota nel settore della mobilità sostenibile.
Le diverse fasi del progetto (analisi, progettazione ed aggiornamento del grafo esistente ed elaborazione informatica dei dati tramite l’utilizzo di specifici hardware/software) sono finalizzate in primo luogo ad individuare le caratteristiche della rete stradale, successivamente ad identificarne le criticità e relative incongruenze e, infine, a ricercare le ottimali soluzioni per migliorare la funzionalità viaria del comune di Trieste. L’attenzione sarà focalizzata sulla parte centrale del capoluogo giuliano e (partenza, accelerazione, frenatura).
Sulla base dei dati relativi alle tipologie dei veicoli rilevati in sede di modellizzazione, sarà poi possibile costruire una massa delle emissioni inquinanti in atmosfera imputabili alla circolazione viaria nell’area oggetto di simulazione. “Anche quest’intervento – ha spiegato Savino – fa parte delle iniziative promosse dalla Regione di concerto con il ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare. In tal modo – ha concluso – si mira a finanziare quei progetti pilota che si caratterizzano per la presenza di elementi diretti alla promozione di uno sviluppo sostenibile”.