• Articolo Roma, 29 maggio 2018
  • Mobilità condivisa, in Italia quasi 1mln di veicoli in sharing

  • ANIASA presenta dati, scenari e trend sullo sviluppo della new mobility nazionale. Nel 2018 un’auto nuova su 4 è a noleggio

Mobilità condivisa Italia

 

Noleggio e mobilità condivisa in Italia rubano di mercato all’auto di proprietà

(Rinnovabili.it) – La mobilità condivisa in Italia si appresta a raggiungere una pietra miliare: 1 milione di veicoli in sharing sulle strade nostrane. A confermarlo è ANIASA, l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici, nel suo 17esimo rapporto sul settore. Il quadro che emerge è ben riassunto dal Presidente Massimiliano Archiapatti “Stiamo vivendo un cambiamento epocale negli scenari di mobilità cittadina, turistica e business del nostro Paese, guidato da tre elementi chiave: condivisione, connettività e sostenibilità”. Non è, infatti, solo la rinuncia all’auto privata a prendere piede nel Belpaese. Di pari passo sta crescendo anche un utilizzo più intelligente dell’auto e l’impiego di modelli a bassa CO2. Come spiega lo stesso report, le vetture in locazione oggi possono contare su emissioni decisamente ridotte rispetto a quelle del parco circolante nazionale.

 

>>Leggi anche Torna e_mob, la Conferenza Nazionale della Mobilità Elettrica<<

 

Nel complesso il settore del noleggio veicoli ha registrato un fatturato 2017 in aumento del 7,7% superando i 6 miliardi di euro. La flotta auto si è avvicinata prepotentemente a quota 1 milione di veicoli con volume di immatricolazioni che ha raggiunto l’incidenza del 22% sul mercato nazionale. Ill trend continua a essere consistenete anche nel 2018, dove oltre 1 auto su 4 è immatricolata a noleggio.

 

La mobilità condivisa in Italia premia soprattutto città come Milano e Roma, rispettivamente, con 3.100 e 2.100 vetture, seguite quindi da Torino e Firenze. Sul territorio nazionale il car sharing ha registrato una forte crescita del numero di utenti, sia quelli iscritti ai servizi offerti dai singoli operatori (1.300.000, un più 21 pe cento rispetto al 2016), sia quelli realmente attivi (820.000 con almeno 1 noleggio negli ultimi 6 mesi), che sono saliti del 38 per cento rispetto l’anno precedente. “Complessivamente – si legge nella nota stampa di ANIASA – il parco veicoli dei principali operatori di free floating (flusso libero) è cresciuto del 9%, circa 500 auto in più, mentre il numero dei noleggi è salito del 7%, superando i 7 milioni e confermando che il fenomeno del “multi-tessera” (ogni utente possiede quasi tre tessere) continua a diffondersi”.

 

>>Leggi anche Sharing mobility: in Italia vince la bici condivisa<<

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *