• Articolo Roma, 3 aprile 2013
  • Consegnata all’ente scientifico una Nissan Leaf

    Quattro ruote elettriche per l’Istituto nazionale di vulcanologia

  • L’INGV ha siglato una partnership con la Nissan per mettere le ruote all’impegno preso sul fronte della sostenibilità. Gresta: “Poste le basi per il rinnovamento eco compatibile del nostro parco auto”

Mobilità elettrica: Quattro ruote elettriche per l’Istituto nazionale di vulcanologia(Rinnovabili.it) – E’ tempo di mobilità elettrica anche per la principale realtà scientifica italiana nel campo nell’ambito delle discipline geofisiche e vulcanologiche. In linea con la mission ambientale prefissatasi, l’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha siglato una partnership con la Nissan per mettere le ruote all’impegno preso sul fronte della sostenibilità. L’istituto infatti è pronto a  sperimentare l’utilizzo della nuova Nissan LEAF 100% elettrica, consegnata ieri presso la sede capitolina dell’ente e presentata formalmente il prossimo 17 aprile.

 

“E’ una nuova soluzione verde – commenta  il Presidente INGV Stefano Grestache siamo orgogliosi di sperimentare e che pone le basi per il rinnovamento eco compatibile del nostro parco auto” e che si aggiunge alla già lunga serie di iniziative prese per migliorare la sostenibilità ambientale dell’INGV. L’Istituto ha infatti già attuato  le normative riguardanti gli acquisti verdi, la raccolta differenziata, dedicando una particolare attenzione sull’Energy e Mobility.Il direttore alla comunicazione Nissan, Giuseppe George Alesci: “Siamo lieti di collaborare con l’INGV, da sempre impegnato per il monitoraggio e la salvaguardia del territorio e dell’ambiente del nostro paese. Tramite l’utilizzo della nostra Nissan LEAF, elettrica a emissioni zero, l’Istituto potrà scoprire i vantaggi della mobilità a zero emissioni per le strade trafficate di Roma e l’ambiente urbano beneficerà della sua silenziosità di marcia e, naturalmente, della totale mancanza di emissioni allo scarico”.