• Articolo Assisi, 20 settembre 2012
  • “La pendolarità va vista come un’opportunità, non come una condanna”

    Mobilità sostenibile: accordo tra MATTM e Ferrovie dello Stato

  • La firma congiunta mira a ridurre la percentuale delle merci che circolano su strada e puntare su una modalità di trasporto passeggeri più sostenibile, per salvare salute e ambiente

(Rinnovabili.it) – Da una parte le merci, continuamente in viaggio su tir, camion e veicoli privati, dall’altra le persone, con la loro esigenza di spostarsi per lavoro o per svago. Il traffico che quotidianamente si genera a causa di questi movimenti pur essendo necessario provoca alti livelli di inquinamento che non fanno bene né alla salute umana né all’ambiente. Ma il creato va salvaguardato attraverso una politica capace di aumentare la percentuale della circolazione delle merci su rotaia e promuovere un mobilità sostenibile. E in questo contesto che oggi, ad Assisi, il Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, e l’Amministratore Delegato delle Ferrovie di Stato Italiane, Mauro Moretti, hanno firmato un accordo il cui intento è quello di ridurre gli impatti negativi legati alla circolazione su strada.

Secondo quanto hanno dichiarato i firmatari in maniera congiunta “sviluppare, incrementare il trasporto merci su rotaia costituirebbe un passaggio decisivo per una più diffusa mobilità sostenibile e per una maggiore competitività del sistema produttivo italiano”. A ciò si aggiunge anche l’importanza del trasporto locale, relativamente al quale l’accordo punta a disincentivare l’utilizzo di mezzi inquinanti e a mostrare il pendolarismo come un’opportunità e non una condanna. L’accordo è stato firmato in occasione del meeting internazionale “Nostra Madre Terra”, incentrato su ecologia e mobilità sostenibile.