• Articolo Trento, 18 settembre 2018
  • Mobilità sostenibile: Autostrada del Brennero sceglie l’idrogeno

  • L’impegno di Autostrada del Brennero punta a favorire la mobilità sostenibile promuovendo un nuovo modo di pensare gli spostamenti di persone e merci nel panorama dei trasporti del nuovo millennio

mobilità-sostenibile-brennero

 

Il piano approvato dall’azienda promuove la mobilità sostenibile e riduce l’impatto ambientale del settore dei trasporti

(Rinnovabili.it) – Promuovere un approccio consapevole verso l’ambiente e l’utilizzo delle risorse del pianeta, incoraggiando comportamenti più responsabili nell’uso di veicoli per lo spostamento di merci e persone. Questo l’obiettivo del piano per la mobilità sostenibile approvato dal CdA di Autostrada del Brennero, azienda che ormai da tempo si sta impegnando per ridurre l’impatto ambientale del settore dei trasporti, così come indicato dalla Directive alternative fuel initiative, la direttiva europea nota come DAFI.

Autostrada del Brennero – ha dichiarato l’Amministratore Delegato, Walter Pardatschersta investendo sullo studio e sulla realizzazione di nuove soluzioni infrastrutturali che permettano a veicoli a basso impatto ambientale di percorrere l’intera tratta, dal passo del Brennero fino a Modena, così da offrire all’utenza in transito una varietà completa di rifornimento garantendo, al contempo, che tutti i territori circostanti beneficino di un costante abbattimento dell’impatto ambientale”.

 

Così come spiegato dal Direttore Tecnico Generale di Autostrade del Brennero, Carlo Costa, negli ultimi due anni l’utilizzo del servizio di ricarica presso le colonnine elettriche disponibili sul tratto autostradale dell’A22 è cresciuto fortemente, con oltre 6.000 sessioni effettuate per un totale di 67.000 kWh erogati: un dato che ha spinto l’azienda a investire ancora di più nella mobilità sostenibile.

 

Nello specifico, il Piano dei servizi a favore della mobilità sostenibile approvato dall’azienda prevede di incrementare i punti di ricarica per veicoli elettrici, oltre ai 4 già attivi lungo l’asse, e di potenziare le stazioni di rifornimento a idrogeno, da affiancare a quella già esistente a Bolzano Sud, e l’infrastruttura per il rifornimento di veicoli alimentati a GPL e GNC (Gas Naturale Compresso). Grazie al Piano, inoltre, saranno realizzate due stazioni di rifornimento per mezzi pesanti alimentati a GNL (Gas Naturale Liquefatto) e GNC, da affiancare a quella già esistente presso l’Autoporto Sadobre, e creata una rete per la ricarica di veicoli elettrici aziendali e del personale dipendente presso le sedi di lavoro di Autostrada del Brennero.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *