• Articolo Parigi, 18 maggio 2012
  • Un progetto europeo per la mobilità elettrica

    L’era della smart-mobility

  • Molecules, la piattaforma intelligente di gestione della mobilità elettrica urbana ed extraurbana, permetterà alle 3 città europee di testare i vantaggi degli EV

Tre capitali europee stanno collaborando ad un progetto di mobilità sostenibile che è stato battezzato Molecules (MObility based on eLEctric Connected vehicles in Urban and interurban smart, cLean EnvironmentS), che ha come scopo la promozione dell’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ITC) “per aiutare a costruire una mobilità sostenibile, inclusiva e rispettosa dell’ambiente con particolare attenzione alla diffusione dei trasporti elettrici come valida alternativa al trasporto tradizionale” e come strumento per la riduzione dell’inquinamento e dell’impatto ambientale legati al settore dei trasporti.

La coordinazione tra l’infrastruttura di ricarica, i veicoli e i piani per la mobilità urbana e interurbana sono infatti alla base di qualsiasi progetto di introduzione dei veicoli elettrici e l’ITC è lo strumento idoneo a favorire la crescita dei progetti.

L’obiettivo dell’iniziativa è quindi quello di adattare alcuni dei servizi offerti dall’ITC per garantire al conducente di un veicolo elettrico una migliore esperienza di guida. Per questo sono state proposte diverse alternative che vanno dalla costruzione di una piattaforma integrata per il trasporto pubblico e per il noleggio delle vetture, in questo modo la prenotazione e il pagamento per l’affitto dei mezzi saranno servizi in grado di aggiornarsi in tempo reale permettendo all’utente di scegliere l’EV più vicino alla sua posizione con la sicurezza di trovarlo a sua disposizione. In più la prospettiva è di garantire servizi interattivi per il pagamento e assistenza nel caso si voglia simulare il percorso di guida: offrendo al guidatore una serie di opzioni si potrà assicurare l’ottimizzazione dei consumi e dei tempi di spostamento mediante la scelta di tragitti a bassa congestione di traffico. Si metterà inoltre a disposizione del conducente un contatore delle emissioni che permetterà di conoscere l’impatto ambientale del proprio viaggio.

I NUMERI DI MOLECULES Il progetto pilota, avviato all’inizio di quest’anno, si protrarrà per 3 anni mettendo a disposizione delle tre capitali europee veicoli e stazioni di ricarica. Nel caso di Berlino, si avrà su strada una flotta 6.600 veicoli e 300 punti per fare rifornimento. A Parigi saranno 3800 sia i punti di ricarica sia i veicoli mentre saranno a disposizione della città di Barcellona1200 EV 900 colonnine per il rifornimento. Nelle città selezionate oltre a i cittadini anche i turisti potranno beneficiare dei veicoli ad alimentazione alternativa che verranno messi a disposizione di alberghi e ristoranti.

I VANTAGGI AMBIENTALI Tutti i servizi offerti saranno collegati ad un’unica piattaforma aperta, interconnessa e intelligente che raccoglierà i dati di ogni veicolo permettendo anche la compilazione di statistiche, ad esempio, sul quantitativo di emissioni rilasciate e risparmiate. Per far sì che i dati siano il più possibile veritieri per il calcolo dell’inquinamento prodotto verrà tenuta in considerazione la fonte utilizzata per la produzione dell’energia impiegata per la ricarica dei veicoli.