• Articolo Agrigento, 12 ottobre 2012
  • Artefice del progetto è Alessandro Tedesco che quotidianamente ci racconterà questo incredibile tour

    Nel deserto della Tunisia con la eBike

  • Sette giorni, 11 bikers, oltre 300km da percorrere con Mountain Bike a Pedalata Assistita. Inizia l’avventura che ci condurrà fino alle porte del Sahara per provare ‘off-road’ la nuova eBike

 

Immagina una eBike, per la precisione una Bici a Pedalata Assistita. Il luogo più facile nel quale collocarla sarebbe sicuramente la città, come valido mezzo per evitare di arrivare al lavoro già stanchi e senza inquinare. Ora immagina il Deserto roccioso della Tunisia, il paesaggio incontaminato alle porte del Sahara ed una pista che lo attraversa, sfiorando città dai suggestivi nomi arabeggianti, Ksar Hallouf, Tataouine, Matmata, chilometri di sabbia, sole e Oasi percorsi in sella ad una Bici “speciale”, una Mountain Bike a pedalata assistita, anzi dodici mountain bike.

 

L’artefice di tutto ciò è Alessandro Tedesco, un biker di lunga data che da anni, con il suo team della Coast2Coast, guida turisti ed appassionati di mountain bike attraverso i percorsi nascosti della Sicilia, e che quest’anno ha deciso di intraprendere un’avventura senza precedenti, per toccare con mano, e soprattutto con gambe, le vere potenzialità della eBike. Oltre ad attraversare paesaggi mozzafiato, il tour servirà da vero test ufficiale per la eSestriere, la Mountain Bike a Pedalata Assistita creata dalla prima azienda italiana ad essere entrata nel mercato delle Bici elettriche, la Lombardo Bike.

Visto che uno dei limiti di cui spesso si incolpano i mezzi elettrici, è la reale durata della batteria, quale miglior test di un tour nel deserto, dove la sola forza umana sarebbe davvero messa alla prova pedalando per chilometri e chilometri sotto il sole e tra le rocce tunisine. Tra i media partners del progetto non poteva mancare Rinnovabili.it, che seguirà giorno per giorno le tappe del tour di Alessandro e dei suoi 11 compagni di viaggio, in partenza da Palermo alla volta di Tunisi per arrivare nel Grande Erg Orientale, percorrendo in sei giorni oltre 600 km di cui circa 300km in sella alla eSestriere.

Per conoscere qualche dettaglio in più e scoprire come è nata l’idea del progetto, abbiamo fatto due chiacchiere con Alessandro Tedesco che la prossima settimana si trasformerà nel nostro inviato “al fronte” raccontandoci attraverso i suoi occhi, questa nuova avventura di Coast2Coast.

 

 

“La verità che non andrebbe raccontata, è che ho sempre sognato di percorre in bici questi spazi meravigliosi – esordisce Alessandro – ma 300 chilometri nel deserto, sotto il sole e con tanto di zaino, attrezzatura fotografica e video, mi facevano un po’ paura. All’improvviso la soluzione: ci vorrebbe la Bici Elettrica! E’ nato così questo progetto con la collaborazione dell’azienda Lombardo che ha messo a disposizione il mezzo, offrendoci la possibilità, con grande orgoglio, di essere il primo operatore del settore a testare una Mountain Bike a Pedalata assistita del Costruttore siciliano!”.


Quali saranno le tappe del tour e come vi siete preparati?

“Partiremo il 15 di Ottobre da Palermo in nave alla volta di Tunisi e saremo in 12 provenienti da tutta Italia: Milano, Roma, Calabria e Sicilia. Laggiù ci attende Tarak, la guida tunisina che ci condurrà in questa splendida avventura attraverso le regioni dei Trogloditi fino al deserto, da Tunisi fino a Ksar Ghilane, ultima porta sul Sahara. Gli itinerari sono stati studiati nel dettaglio, le tracce GPS ripulite e adattate, attrezzatura testata, testa e gambe pronte per affrontare quotidianamente almeno 10 ore di bici col sole e il deserto tunisino.

 

Lo scorso mese di Settembre ci siamo recati in Tunisia per il sopralluogo: 3 giorni, 1500 kilometri percorsi, 700 km offroad. Abbiamo verificato i dettagli, le Accomodation, le Location, le Piste.
 Millecinquecentoo kilometri con un 4×4, uno spettacolo immenso: la Tunisia nasconde risorse inimmaginabili. Farlo con la Bici sarà un’avventura impagabile”.


Cosa vi aspetta nei prossimi sette giorni?

“Le difficoltà non saranno da poco. Innanzitutto essendo nel mezzo del deserto non avremo la possibilità di ricaricare le batterie delle Bici. Solitamente la media percorribile è di circa 60km di autonomia, alcune nostre tappe raggiungeranno addirittura gli 80 km, sarà quindi un vero e proprio test per le mountain bike a pedalata assistita che ci permetterà di scoprire se è possibile portarle oltre il limite!”

 

Tra i tour che il tuo team di Coast2Coast organizza per il momento non è ancora previsto l’utilizzo delle eBike. Novità per il futuro?

“Non posso svelarvi tutti i dettagli, le novità in serbo per il 2013 sono davvero numerose. Primo fra tutti stiamo studiando un progetto molto interessante con la Lombardo Bike per promuovere finalmente le Mountain Bike a Pedalata assistita anche in Sicilia, attraverso i nostri tour”.

 

Non ci rimane che attendere lunedì per vivere, a distanza, questa splendida avventura, svelando giorno per giorno le incredibili potenzialità di questa nuova tipologia “Off-road” di eBike pronte a convincere anche il pubblico più scettico.