• Articolo Strasburgo, 10 marzo 2017
  • Fuori l’olio di palma dal biodiesel europeo entro il 2020

  • È la richiesta della Commissione Ambiente dell’Europarlamento approvata ieri a Strasburgo

Fuori l’olio di palma dal biodiesel europeo entro il 2020

 

 

(Rinnovabili.it) – L’industria non è in grado di dimostrare con certezza che l’olio di palma impiegato in Europa non sia collegato alla deforestazione. È quanto sottolinea la Commissione Ambiente dell’Europarlamento nella risoluzione approvata ieri a Strasburgo. I deputati hanno votato a favore della relazione della parlamentare Kateřina Konečná (GUE / NGL) in cui si chiede a Bruxelles nuove misure per promuovere la coltivazione responsabile di olio di palma.

 

Il documento invita anche la Commissione europea a eliminare gradualmente l’uso di questa materia prima come componente del biodiesel “al più tardi” entro il 2020. “La coltivazione di olio di palma nel corso degli ultimi 20 anni è stata la causa del 20% della deforestazione globale”, hanno sottolineato i legislatori europei, aggiungendo che nel 2014, il 46% di tutto il prodotto importato in Europa è stato utilizzato come carburante per i trasporti. Un dato in netto aumento rispetto al 2010 (più 34%) e che richiede oggi l’utilizzo di circa un milione di ettari di suoli tropicali.

 

E la domanda è destinata a raddoppiare prima del 2050, ampliando lo spettro dei danni ambientali nei paesi produttori, primi fra tutti Indonesia e Malesia. “Il problema è molto complesso e ha diverse ramificazioni”, commentato la relatrice. “E non riguarda solo l’ambiente, ma comprende anche questioni di sviluppo, lavoro forzato, diritti degli indigeni, problemi sociali, erosione del suolo e così via. Le grandi multinazionali svolgono un ruolo importante nel favorire questi problemi e devono assumersi la responsabilità”.

In realtà gli impatti ambientali andrebbero calcolati anche all’interno dei confini dell’Unione perché, come spiega Konečná, secondo studi scientifici, il biodiesel da olio di palma avrebbe tre volte la quantità di emissioni del diesel convenzionale. L’ONG Transport & Environment ha accolto con favore la relazione, e l’invito del Parlamento europeo di porre fine al sostegno al biodiesel a base di oli vegetali “Questi carburanti hanno emissioni superiori al gasolio regolare e sono causa di deforestazione e distruzione delle torbiere. I biocarburanti avanzati e sostenibili potranno avere una reale chance solo se la Commissione europea smetterà di promuovere i biofuel inquinanti a buon mercato”.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *