• Articolo Parigi, 11 aprile 2019
  • Parigi acquisterà 800 nuovi bus elettrici entro il 2024

  • La misura annunciata dal Régie autonome des transports parisiens (RATP): entro il 2022, la prima consegna di 150 mezzi. Obiettivo: flotta 100% ecologica entro il 2025.

bus elettriciInvestimento da quasi 400 milioni di euro: si tratta della più grande commessa europea di bus elettrici

 

(Rinnovabili.it) – Il comune di Parigi acquisterà 800 bus elettrici nei prossimi 5 anni: l’annuncio ufficiale è arrivato dalla Régie autonome des transports parisiens (RATP), il gestore dei trasporti pubblici nella ville lumiere. La misura punta a rimpiazzare i vecchi veicoli alimentati a diesel e a combattere l’inquinamento atmosferico in vista dei prossimi giochi olimpici che si terranno nella Capitale francese nel 2024.

 

La gara pubblica è stata affidata a tre produttori francesi di veicoli elettrici: Heuliez Bus, Bollore e Alstom, per un importo complessivo di circa 400 milioni di euro. L’investimento parigino rappresenta al momento la più grande commessa pubblica di autobus elettrici in Europa.

 

La prima flotta di 150 autobus elettrici dovrebbe essere attiva nei boulevard parigini tra il 2020 e il 2022, ma le autorità cittadine puntano al 100% di trasporti pubblici elettrici o alimentati a biocarburante già nel 2025.

 

>>Leggi anche GACHA, il primo bus a guida autonoma “a prova di meteo”<<

 

Al momento Parigi ha solo una linea di autobus, la 341, completamente elettrica; la RATP dispone nel complesso di 950 autobus ibridi, 140 alimentati a biocarburante e 83 elettrici su un parco veicoli totale di circa 4.700 autobus.

 

La sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, di ala socialista, punta fortemente sulla conversione del parco auto nella lotta alle emissioni e nel tentativo di migliorare la qualità dell’aria della metropoli: già lo scorso anno aveva annunciato l’intenzione di mettere al bando di tutti i veicoli diesel entro il 2024.

 

La scelta dell’amministrazione parigina è in linea con la revisione della Direttiva veicoli puliti 2009/33/EU varata da Bruxelles lo scorso febbraio che prevede l’introduzione di specifiche quote per autobus ecologici nelle nuove flotte acquistate dalle autorità pubbliche. Secondo il provvedimento Ue, tutte le città comunitarie dovranno garantire che almeno un quarto dei nuovi veicoli siano alimentati a gas o a elettricità entro il 2025, percentuale che salirà a un terzo entro il 2030.

 

>>Leggi anche Appalti pubblici: ok alle nuove norme UE sugli autobus ecologici

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *