• Articolo Pechino, 24 gennaio 2013
  • L’Euro V versione cinese

    Pechino adotta norme emissive più severe per le auto

  • Dal 1° febbraio verrà interrotta la vendita e l’immatricolazione di qualsiasi auto a diesel che non soddisfi i requisiti dello standard Beijing V

(Rinnovabili.it) – Nuove e più severe norme per i veicoli che circoleranno a Pechino a partire dal mese prossimo. Le preoccupanti condizioni atmosferiche che stanno opprimendo la capitale cinese, da giorni sotto una cappa di smog dai valori record, hanno allarmato l’amministrazione municipale. L’ufficio di protezione ambientale della città è corsa a ripari emanando nuovi standard di emissione Beijing V, simili per molti versi all’Euro V europeo, che entreranno in vigore dal 1° febbraio di quest’anno.

 

In altre parole dal prossimo mese verrà interrotta la vendita e l’immatricolazione di qualsiasi auto a diesel che non riesca a soddisfare i requisiti stabiliti dal nuovo standard, mentre per i veicoli a benzina lo stop subentrerà a partire dal mese di marzo. La municipalità è convinta che l’entrata in vigore della norma possa permettere di migliorare notevolmente la qualità dell’aria urbana, aiutando la città a ridurre del 40% le emissioni di ossido di azoto. Le automobili infatti rappresentano circa il 58 per cento del totale delle emissioni di monossido di azoto in città, e circa il 40 per cento del totale dei composti organici volatili. Inoltre, l’ufficio ha anche annunciato che accelererà il ritmo delle rottamazioni dei vecchi veicoli inquinanti.