• Articolo Francoforte, 20 settembre 2017
  • Nuovi squarci di futuro per la mobilità sostenibile

    La prima auto ibrida volante presentata al salone di Francoforte

  • Su strada utilizza la trazione elettrica, ma può spiccare il volo grazie a un motore 4 cilindri da 300 CV. Nel 2021 potrebbe essere la prima auto ibrida volante sul mercato

auto ibrida volante

 

Sviluppata in Slovacchia, si candida ad essere la prima auto ibrida volante

 

(Rinnovabili.it) – Chiunque pensi al futuro non può immaginarselo senza macchine volanti. Tuttavia, fino al recente passato era difficile pensare che questa idea prendesse corpo in tempi ragionevolmente brevi. Invece, al salone di Francoforte è stata presentata qualche giorno fa l’auto ibrida volante più vicina alla messa su strada, o forse su aria.

L’Aeromobil ha un design che mette insieme tratti tipici dell’auto e dell’aereo, e può essere passare dalla modalità terra e alla modalità volo in soli tre minuti. Ne sono convinti i produttori, che da decenni lavorano al prototipo in Slovacchia e annunciano il lancio commerciale entro il 2021.

 

Durante i viaggi su strada, le ruote anteriori di Aeromobil sono spinte da un motore elettrico, che secondo le dichiarazioni della società produttrice può arrivare ad una velocità massima di 160 km orari, con una autonomia di circa 650 km: grandi numeri per qualsiasi veicolo elettrico. Ma il bello viene con il passaggio alla modalità aereo. Spiegate le ali, l’auto ibrida volante può fare affidamento su un motore due litri turbocompresso a quattro cilindri da 300 CV. Il motore alimenta un’elica che, secondo i produttori, può garantire una velocità massima in volo di 360 km orari, con un’autonomia totale di 750 km.

Tra i sistemi di sicurezza, oltre ad airbag e cinture, c’è anche un paracadute per le emergenze.

 

>> Leggi anche: Anche la Germania in pole position per l’auto elettrica volante <<

 

Douglas MacAndrew, CEO di Aeromobil, ha dichiarato al salone di Francoforte che «Integrare auto e aereo non è semplice, ma dopo aver condotto ricerche per circa 60 anni in tre persone, l’aeromobile può soddisfare gli attuali requisiti normativi».

Resta da vedere se davvero l’auto volante farà il suo debutto dichiarato nei prossimi quattro anni. Aeromobil ha infatti subito una battuta d’arresto nel 2015, quando uno dei suoi prototipi si è schiantato durante il volo di test a Nitra, nella Slovacchia occidentale. Il pilota se l’è cavata con un ricovero in ospedale per lesioni minori.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *