• Articolo Londra, 26 maggio 2015
  • Superata la velocità di 123 km/h

    Record di velocità per l’autobus a biometano

  • Il trasporto pubblico può essere veloce e pulito, anche quando ad alimentarlo e il letame animale. Lo dimostra il Poo-bus di Reading, il mezzo più veloce della sua categoria

Record di velocità per l’autobus a biometano

 

(Rinnovabili.it) – Lo hanno già ribattezzato Bus Hound, in riferimento alla Bloodhoud SCC (l’auto supersonica tentare di superare il record di velocità terrestre), ma per gli abitanti di Reading, la cittadina inglese a cui appartiene è solo il loro “poo-bus”. Parliamo dell’autobus a biometano inserito nella flotta del trasporto pubblico dalla società locale, che ha segnato in questo giorni il record di velocità per la sua categoria: oltre 123 km/h, il tempo più veloce mai registrato per un autobus di linea. Il metano di cui si serve è ottenuto direttamente dalla processazione del letame: da qui il nomignolo “poo bus” che l’ha reso famoso.

 

Come spiega il sito della Reading Bus, la scelta del gas naturale compresso quale carburante dipende dal fatto che è “combustibile molto più pulito dal momento che non produce particolato e riduce drasticamente la quantità di ossido di azoto (55% in meno) rilasciato in aria”. Per il record segnato sulla pista di collaudo ad alta velocità Millbrook, a Bedford, i meccanici hanno appositamente rimosso il suo limitatore di velocità (di solito impostato intorno ai 90 km/h).

 

Perché tentare un’impresa del genere? Perché, spiega il capo progetto John Bickerton “volevamo scacciare l’immagine del trasporto su bus come qualcosa di sporco, puzzolente e lento. Siamo moderni, veloci, e in prima fila nell’innovazione”. La società infatti ha scelto di abbracciare in pieno la filosofia della sostenibilità. Oltre ad aver inserito nella sua flotta l’autobus a biometano e mezzi ibridi elettrici-diesel, il tetto del deposito è stato coperto da moduli fotovoltaici, il sistema di lavaggio ricicla le acque reflue e sono state avviate campagne di sensibilizzazione per i dipendenti affinché prendano in considerazione la propria impronta ambientale. La politica aziendale inoltre prevede inoltre il riciclo di carta, plastica e lattine, accorgimenti per il risparmio energetico nei locali e nei mezzi e il supporto ai propri dipendenti affinché anche il loro viaggio da casa a lavoro sia il meno impattante possibile.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *