• Articolo Tokyo, 2 dicembre 2011
  • Un nuovo servizio a favore dell’e-mobility attivo dal 2012

    Ricarica rapida: in Giappone una joint venture aprirà la strada

  • Nove compagnie del settore automobilistico nipponico hanno costituito la Charging Network Development Organisation, associazione per la “condivisione” delle stazioni di quick charging

(Rinnovabili.it) – Alcuni dei più grandi nomi del settore auto giapponesi hanno deciso di riunirsi per creare un’organizzazione in grado di fornire servizi di ricarica rapida per le auto elettriche su base associazionistica. Toyota , Honda e Mitsubishi uniranno le forze con ULVAC Inc, Kanematsu Corporation, Kandenko Co, Suzuyo Shoji Co, la Banca di sviluppo del Giappone e Chubu Electric Power Company per dar vita alla Charging Network Development Organisation, con l’obiettivo di incoraggiare un maggior uso e diffusione dei veicoli elettrici, contribuendo ad ampliare la portata infrastrutture di ricarica.

“A fine ottobre, solo 800 stazioni di ricarica rapida erano state istallate in Giappone, ben al di sotto delle necessità degli utenti”, spiega in una nota stampa la Mitsubishi. “Finora, inoltre, sono stati generalmente installati, a spese del proprietario, quasi esclusivamente da imprese e organizzazioni private per uso proprio”. Il nuovo servizio offerto dall’Organizzazione permetterà, a partire dal 2012, ai proprietari di colonnine e postazioni di quick charging di registrare le loro infrastrutture in un database centrale. Le informazioni, compreso numero di postazioni e ubicazione, saranno poi messe a disposizione degli utenti registrati come membri, facilitando così una modalità di ricarica conveniente ed efficiente. Le quote associative serviranno a pagare una parte dei costi di installazione e di manutenzione sostenuti dai proprietari delle infrastrutture, contribuendo a promuovere lo sviluppo di questo tipo di soluzioni.