• Articolo Trieste, 6 settembre 2012
  • Tutto il know how del Friuli Venezia Giulia

    Se la nave sceglie il gas

  • Saranno presentati a Trieste il prossimo 11 settembre i risultati di NG ShiP, progetto di fattibilità per l’impianto di un sistema GNL su navi da carico

(Rinnovabili.it) – Le nuove disposizioni internazionali IMO vogliono un settore navale più ecologico e green oriented. Per soddisfare le richieste nasce il progetto di ricerca industriale NG ShiP che prevede l’utilizzo del gas naturale sulle navi da carico e lo studio di soluzioni impiantistiche avanzate per il trasporto marittimo sostenibile. L’iniziativa, che coinvolge diversi partner del Friuli Venezia Giulia tra cui AREA Science Park, dal 2010 è al lavoro sulla realizzazione un nuovo concept di nave a gas naturale liquefatto che elimini totalmente l’emissione in atmosfera di ossidi di zolfo e particolato, e di ridurre le emissioni di CO2 e ossidi d’azoto rispettivamente del 25% e dell’85%.

“Grazie all’utilizzo del GNL e ad alcune soluzioni impiantistiche innovative che migliorano notevolmente l’efficienza energetica – si legge nella nota stampa di AREA Science Park –  il progetto consente di ridurre i costi di gestione della nave fino al 40% rispetto all’utilizzo di combustibili a basso contenuto di zolfo. Un risparmio che può arrivare a 77 M di euro nell’arco di vita di una nave da carico di medie dimensioni e a lungo raggio”.

Obiettivi importanti quelli impostisi i partner di NG ShiP che sono ora pronti a mostrare i risultati del progetto in un workshop organizzato nell’ambito del 67°Congresso Annuale ATI. Martedì 11 settembre 2012 a Trieste Wärtsilä  Italia (capofila), l’Università di Trieste e di Udine e gli altri partecipanti presenteranno le nuove soluzioni tecniche messe a punto, tutte validate dal RINA e applicabili  sia a navi di nuova costruzione che al retrofit di quelle esistenti.