• Articolo Niskayuna, 2 gennaio 2013
  • Un matrimonio tecnologico per il nuovo anno

    Sodio, idrogeno e batterie al litio per bus eco-friendly

  • L’ultima innovazione nata in casa GE è Durathon, tecnologia di gestione energetica in grado di offrire una nuova chance al trasporto a zero emissioni

(Rinnovabili.it) – Il team di ricerca della General Electric ha svelato la sua ultima innovazione dedicata al settore della mobilità sostenibile. Si chiama Durathon, ed è la nuova batteria dell’azienda, ora sperimentata per rendere più economicamente conveniente l’impiego di fuel cell per l’alimentazione dei bus. Durathon è stata studiata per essere impiegata in tandem con una pila agli ioni di litio e con una cella a idrogeno, combinazione che secondo gli ingegneri della GE è in grado di fornire al veicolo le massime prestazioni dimezzando la normale spesa.

 

Per anni si è parlato delle celle a combustibile come una valida alternativa per il trasporto pulito, ma il costo ha sempre costituito un ostacolo all’adozione diffusa di questa tecnologia”, ha spiegato Tim Richter, Systems Engineer alla GE Global Research. A risultare vincente in questo caso è stata la combinazione di due elementi chimicamente agli antipodi. La maggior parte delle batterie di oggi, infatti, sono venute ai patti con un implicito compromesso tra energia erogata e capacità di stoccaggio. Per esempio, i sistemi al litio risultano ottimali per  le richieste elettriche dell’accelerazione, mentre quelli al sodio, come Durathon ™, possiedono la capacità di immagazzinare grandi quantità di energia in maniera illimitata.

 

In realtà l’uso di una doppia batteria era stato dimostrato dalla società già nel 2010, attraverso l’impiego di un autobus ibrido. Ora, gli ulteriori test effettuati dal team di ricerca hanno permesso di migliorare ulteriormente la tecnologia . E GE assicura che questo  tipo di architettura gestionale dell’energia possa consentire ai bus di funzionare a pieno regime con le fuel cell riducendo i costi fino al 50%.