• Articolo Abu Dhabi, 9 marzo 2015
  • Venticinque giorni per compiere 35,000 chilometri

    Solar Impulse 2 inizia l’avventura: l’aereo solare fa il giro del mondo

  • L’aereo dalle lunghe ali fotovoltaiche è decollato questa mattina da Abu Dhabi per il primo giro del mondo mai tentato

Solar Impulse 2 inizia l’avventura: l’aereo solare fa il giro del mondo

 

(Rinnovabili.it) – E’ iniziato il volo intorno al mondo di Solar Impulse 2. L’incredibile aereo solare ideato dello svizzero Bertrand Piccard, è decollato questa mattina da Abu Dhabi, mantenendo la promessa fatta nel 2009, data della presentazione ufficiale del primo prototipo: dimostrare che con l’energia del sole nulla è impossibile. E da allora ad oggi, il progetto di Piccard e del suo co-pilota André Borschberg ha superato con successo più di una prova, mostrando al mondo come un aereo solare, e quindi per definizione alimentato dai raggi del sole, non abbia paura di volare neppure la notte.

 

A rendere il tutto possibile, un lavoro tecnico e ingegneristico senza pari: l’aeroplano ha un’apertura alare di 72 m, leggermente superiore a quella di un Airbus A380, il più grande aereo passeggeri di linea nel mondo. Entrambe le ali sono ricoperte da celle fotovoltaiche, mentre la parte inferiore contiene all’interno di navicelle un insieme di accumulatori litio-polimero, un motore da 10 hp e un’elica a due pale. Inoltre il velivolo è pesante più o meno quanto un’auto familiare, grazie una struttura personalizzata a nido d’ape, realizzata con un sandwich di fibra di carbonio. E dopo mille prove e il coast-to-coast americano dello scorso anno, Stamattina ore 3.30 italiane, Solar Impulse 2 ha “dispiegato” le sue ali fotovoltaiche spiccando il volo dalla capitale degli Emirati Arabi Uniti in rotta verso la capitale dell’Oman, Muscat.

 

Impulse3

 

Si inaugura così un’avventura di cinque mesi che richiederà ai due piloti di alternarsi alla guida dell’aereo solare per i 35mila km di viaggio. “Solar Impulse vuole mobilitare l’entusiasmo del pubblico a favore di tecnologie che permetteranno diminuito la dipendenza dai combustibili fossili, e indurre emozioni positive sulle energie rinnovabili”, si legge nel sito web del progetto, che per tutti e cinque i mesi di volo delineerà la posizione e le trasmissioni audio dell’aereo dal pozzetto in tempo reale. Il volo farà scalo in India, Myanmar e Cina prima di attraversare l’Oceano Pacifico e volare attraverso gli Stati Uniti e l’Europa meridionale per  arrivare di nuovo ad Abu Dhabi, (atterraggio finale previsto per metà 2015). Il tratto più impegnativo del percorso sarà il volo non-stop di cinque giorni e cinque notti attraverso l’oceano Pacifico, dalla Cina alle Hawaii. L’aereo alimentato da 17.248 celle solari salirà ad un’altitudine che raggiungerà i 10.000 metri durante il giorno per ricaricare totalmente le sue batterie in modo da rimanere in volo per tutta la notte. “I miracoli possono essere raggiunti grazie a fonti rinnovabili come l’energia solare”, ha affermato prima della partenza Piccard. “E noi vogliamo dimostrare di poter volare giorno e notte in un aereo senza una goccia di carburante”.

3 Commenti

  1. Carlobaldi
    Posted marzo 11, 2015 at 4:39 pm

    Troppo forte !!!
    complimenti x la risoluta determinazione

  2. Tommaso
    Posted marzo 23, 2015 at 3:26 pm

    Certo che le due foto non ritraggono lo stesso aero (quello corretto è il primo in alto)!
    Basta guardare la posizione dei motori!!! Non ultimo nemmeno le ali sono le stesse…
    ..sarebbe stato bello almeno sapere il rendimento delle celle.

    • stefania
      Posted marzo 23, 2015 at 3:57 pm

      La foto in basso ritrae Solar Impulse I, chi ha seguito con noi l’avventura dall’inizio ben conosce i due aerei ma grazie per averci ricordato che è sempre bene specificare per evitare fraintendimenti. Le celle producono 340 kWh di energia al giorno (Il dato è riportato direttamente sul sito del progetto).

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *