• Articolo Stoccolma, 13 aprile 2018
  • In Svezia è stata inaugurata eRoadArlanda, la prima strada elettrica

  • La strada si trova vicino Stoccolma ed è lunga 2 chilometri ma il progetto è di estenderla per tutta la Svezia, per arrivare all’ambizioso obiettivo di taglio delle emissioni entro il 2030 del 70%

Invigning Eroads Arlanda

Invigning Eroads Arlanda

Il veicolo è collegato al binario della strada elettrica da un braccio mobile che permette il passaggio dell’energia

(Rinnovabili.it) – La Svezia ha inaugurato eRoadArlanda, la prima strada elettrica: significa che mentre i veicoli elettrici la percorrono possono ricaricarsi grazie ad una rotaia che è posizionata al centro della carreggiata. Un braccio mobile collega i veicoli alla rotaia rendendo possibile il trasferimento di energia dai binari alla batteria dell’automobile. Per ora la strada elettrica, che si trova vicino Stoccolma, è di 2 chilometri ma il progetto è di estenderla per tutta la Svezia, per arrivare all’ambizioso obiettivo di taglio delle emissioni entro il 2030 del 70%.

 

Un sistema green capace di ridurre le emissioni di carbonio di più del 90% e che si ritiene possa essere 50 volte meno caro di una strada normale. “Uno dei problemi più importanti del nostro tempo è come eliminare i combustibili fossili dal trasporto su strada. Ora abbiamo una soluzione che renderà possibile tutto ciò ed è incredibile. La Svezia è all’avanguardia su questa tecnologia che ora speriamo di introdurre in altre aree del Paese e per il mondo”, ha detto Hans Säll, Presidente del consorzio eRoadArlanda.

 

La tecnologia infatti è la prima a risolvere l’annosa questione della “range anxiety”, ossia il timore di rimanere “a secco” con il proprio veicolo elettrico, senza avere nei paraggi una colonnina di ricarica elettrica dove ricaricare l’auto. Per ora eRoadArlanda collega  il terminal cargo dell’aeroporto di Stoccolma Arlanda e il sito di logistica Rosersberg. In un primo momento solo i camion elettrici del servzio postale PostNord potranno utilizzare eRoadArlanda. Il braccio rileva la posizione del veicolo rispetto alla rotaia e in fase di sorpasso, il contatto viene automaticamente generato. La rotaia, che è collegato alla rete elettrica, funziona anche in automatico. Il percorso è diviso in sezioni e ogni singola sezione è alimentata solo quando il veicolo ci passa sopra. Quando un veicolo si ferma, la corrente viene staccata. In questo modo il binario consente al veicolo di ricaricare le batterie mentre è in movimento. Inoltre, il sistema calcola il consumo di energia veicolo, che consente di registrare e poi stimare i costi del consumo di energia elettrica per ogni utente.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *