• Articolo Stoccolma, 13 luglio 2018
  • T-log, il camion elettrico driverless e fuoristrada che parla svedese

  • L’autocarro, ideato dalla svedese Einride, è stato progettato per percorre strade forestali con e senza carico

t-log

 

Dopo T-pod, esordisce T-log, l’autocarro intelligente per il trasporto del legname

(Rinnovabili.it) – Debutterà al Goodwood Festival of Speed, l’evento “cult” del panorama motoristico internazionale, il primo camion elettrico diverless adatto a percorrere anche strade forestali. Un battesimo mediatico davvero entusiasmante per la compagnia di trasporti svedesi Einride che, dopo aver svelato T-pod (il suo primo truk a guida automatica), rilancia oggi con T-log. Motore elettrico, linee futuristiche e un cervello smart, T-Log nasce come autocarro “autonomo” per il trasporto della legna.

Il veicolo è stato progettato per funzionare come un mezzo “a guida autonoma di livello 4”, secondo quelle che sono le definizioni della Society of Automotive Engineers (SAE). Questo significa che può operare autonomamente senza l’intervento di un essere umano a bordo. Ma a differenza da quanto avviene nelle auto senza conducente, nei camion driverless l’operatività è costantemente monitorata da remoto.

 

>>Leggi anche Elon Musk svela Tesla Semi, il camion elettrico con 800km d’autonomia<<

 

Come per il fratello T-pod, anche il nuovo camion elettrico con assetto da fuoristrada è dotato della piattaforma Drive AI sviluppata da NVIDIA, che gli consente di muoversi in modo autonomo su percorsi registrati, utilizzando telecamere, lidar e radar per ottenere una visuale in tempo reale a 360 gradi.

Il mezzo è controllato a distanza tramite un sistema di teleoperazione progettato da Phantom Auto, che può operare su connessioni 4G. Ciò significa che un conducente in carne e ossa monitorerà il veicolo in maniera da garantire il massimo livello possibile di sicurezza. “La cabina di guida è ciò che rende i camion costosi da produrre e avere un autista in cabina è ciò che li rende costosi da utilizzare”, sottolinea Robert Falck, CEO di Einride. “Rimuovere questo elemento, sostituendo il conducente con un operatore in grado di monitorare e controllare a distanza più veicoli contemporaneamente può ridurre le spese in modo significativo. Inoltre, utilizzare un veicolo a distanza consente un ambiente di lavoro migliore, come è già stato dimostrato in altri settori come quello minerario”. Il T-log pesa circa 16 tonnellate e monta  bordo un pacco batterie da 300 kWh in grado di garantirgli un’autonomia di 193 km per carica.

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *