• Articolo Tokyo, 4 aprile 2019
  • Toyota libera l’accesso a 20 anni di brevetti sui veicoli elettrici

  • La casa automobilistica  concederà licenze esenti da royalty ad altri produttori per quasi 24.000 brevetti e nuovo supporto tecnico

brevetti toyota

 

 Per diffondere i veicoli elettrici la parola d’ordine è cooperazione

(Rinnvabili.it) – Quasi 5 anni dopo che Elon Musk ha concesso ad altri produttori di accedere ai brevetti Tesla rendendoli effettivamente open source, Toyota tenta di percorre la stessa strada. La casa automobilistica ha annunciato oggi d’essere pronta ad aprire il proprio archivio di titoli sui veicoli elettrici, con l’obiettivo di dare una spinta alla mobilità ecologica mondiale. Non solo. La casa automobilistica fornirà anche supporto tecnico, ovviamente a pagamento, ai produttori impegnati a sviluppare e vendere mezzi elettrificativcon la propria tecnologia.

 

“Sulla base dell’elevato volume di richieste che riceviamo dalle aziende per i nostri sistemi di elettrificazione dei trasporti […] siamo convinti che sia arrivato il momento della cooperazione“, ha dichiarato Shigeki Terashi, Membro del Consiglio di amministrazione ed Executive Vice President di Toyota Motor Corporation. “Se il numero di veicoli elettrici dovesse accelerare significativamente nei prossimi dieci anni, diventerebbero degli standard, e noi speriamo di avere un ruolo nel sostenere tale processo”.

 

>>Leggi anche L’Alleanza Toyota – Panasonic sulle batterie sfida la Cina<<

 

L’azienda giapponese aprirà le porte del proprio archivio brevetti sull’e-mobility, dove sono racchiusi ben 20 anni di invenzioni e tecnologie firmate Toyota, concedendo ad altri produttori le licenze esenti da royalty. Parliamo di quasi 24.000 titoli, incluse alcune applicazioni in sospeso, tra brevetti di motori, centraline di controllo o caricabatterie. Il periodo di concessione inizierà immediatamente e durerà fino alla fine del 2030 ma non si tratta della prima misura presa in tal senso. Toyota aveva già reso consultabili ben 5.680 brevetti relativi ai suoi veicoli a idrogeno nel gennaio 2015.  “In definitiva – spiega in una nota stampa -, concedendo brevetti royalty-free e fornendo supporto tecnico sui suoi sistemi di elettrificazione, Toyota punta a promuovere ulteriormente l’uso diffuso di veicoli elettrificati e, così facendo, aiuta i governi, le case automobilistiche e la società in generale a raggiungere gli obiettivi legati al clima modificare”.

Un Commento

  1. carlo mastroianni
    Posted aprile 6, 2019 at 7:59 am

    mettere a disposizione di tutto il settore automobilistico ed aziende metalmeccaniche che collaborano con esso, ” i brevetti depositati di 20 anni di invenzioni ”, attinenti a tecnologie applicabili al settore auto elettrico, in maniera totalmente gratuita, è, non solo, un gesto di spiccata generosità e di sensibilità alle problematiche ambientali, quanto nello stesso tempo di ammirevole ” strategia commerciale”.
    Con questa significativa operazione , I giapponesi hanno suggellato, ancora una volta, che la cooperazione del mondo scientifico e tecnologico, rappresenta per l’intera Umanità , la soluzione ai vari problemi che attanagliano la vita dell’uomo.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *