• Articolo Berlino, 18 aprile 2013
  • Un progetto finanziato dall'Europa

    Trasporto pubblico: più efficiente grazie a MobiCloud

  • Grazie al finanziamento europeo va avanti il progetto MobiCloud che migliora il trasporto pubblico tedesco avviando una piattaforma informativa che collega i centri di controllo al personale ferroviario

(Rinnovabili.it) – La comunicazione e l’efficienza del trasporto pubblico sono sempre più legate. Un sistema di trasporti funzionante, infatti, non si basa solo su strade asfaltate e percorsi chiari, binari perfetti e stazioni per i passeggeri funzionali. Per lavorare e usufruire dei servizi in maniera che siano soddisfacenti c’è bisogno che la rete di infrastrutture possa comunicare con tutti gli altri dispositivi che formano il sistema, fornendo in tempo reale importanti informazioni che rendano fluidi gli spostamenti. Per questo il progetto europeo MobiCloud, finanziato dall’Europa, sta cercando di far attuare servizi di Cloud mobile riservati al personale della tedesca Karlsruhe Public Transport Authority (Verkehrsbetriebe Karlsruhe or VBK). La VBK è riconosciuta in tutto il mondo per i suoi modelli di treno altamente efficienti e innovativi che raggiungono alte velocità nelle tratte regionali, ma che tornano a spostarsi come tram una volta rientrati nei percorsi cittadini. Migliorando il coordinamento e le informazioni tra il personale e i centri di controllo attraverso l’uso di smartphone e di piattaforme ITC, MobiCloud sta rendendo il trasporto verde ancora più efficiente e pulito limitando le attese alle fermate e alle stazioni e aumentando anche la sicurezza di viaggio. “Il flusso di informazioni efficiente e veloce è essenziale per la sicurezza e la gestione degli incidenti”, ha spiegato il dottor Walter Casazza, CEO di VBK durante la presentazione del progetto. “Non solo i passeggeri effettueranno viaggi più brevi grazie alle costanti informazioni sul traffico, ma i conducenti dei tram e dei treni avranno accesso diretto e in tempo reale alle informazioni relative agli altri treni. In questo modo sarà anche più facile e immediato per le squadre di manutenzione effettuare interventi di riparazione dei convogli nel minor tempo possibile” ha concluso il CEO.