• Articolo Roma, 15 febbraio 2019
  • Treno Verde 2019: al via la campagna di Legambiente e FSI

  • Presentata questa mattina Treno Verde 2019, la campagna promossa da Legambiente e Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, con il patrocinio del MATTM, per incentivare la mobilità sostenibile e ridurre l’inquinamento

treno-verde-2019

 

Dodici le tappe previste per Treno Verde 2019, che quest’anno festeggia la sua 31esima edizione

 

(Rinnovabili.it) – Torna anche quest’anno sui binari d’Italia il Treno Verde di Legambiente e Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, che attraverserà lo stivale con 12 tappe previste da Palermo a Milano, per incentivare la mobilità sostenibile e ridurre l’inquinamento, puntando sull’intermodalità, sull’elettrico e sulla sharing mobility. La campagna di sensibilizzazione, presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta alla stazione Termini di Roma alla presenza del presidente nazionale di Legambiente, Stefano Ciafani, dell’AD di FS Italiane, Gianfranco Battisti, e del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, raggiunge quest’anno la sua trentunesima edizione con una mission ben precisa: disegnare un futuro con mobilità a zero emissioni.

 

>>Leggi anche Dall’ENEA nuovi scenari per la mobilità elettrica<<

 

Abbiamo un’occasione unica – ha commentato il presidente di Legambiente Ciafaniper costruire concretamente l’uscita dalla mobilità inquinante, contrastare i cambiamenti climatici, ridurre l’inquinamento locale e rendere più vivibili le nostre città. Ma servono scelte coraggiose e di sistema che fino ad oggi sono mancate”. Come spiegato da Ciafani, le politiche locali sono importanti e possono dare un contributo importante per cambiare le abitudini dei cittadini, ma devono essere supportate da ambiziose politiche nazionali. Cosa che, per Ciafani, il governo attuale non sta perseguendo: cita l’ultima legge di bilancio, che non ha potenziato il trasporto ferroviario, il depotenziamento dell’ecotassa, e l’assenza di incentivi per rottamare le vecchie auto inquinanti, praticare la sharing mobility puntare all’elettrico. “È indispensabile e importante – ha aggiunto l’AD di FS Italiane, Gianfranco Battisticreare la cultura della sostenibilità e metterla al centro dei progetti industriali: è infatti un pilastro del Piano industriale che stiamo elaborando. Insieme al treno, mezzo ecologico per eccellenza, lavoriamo anche per rendere le stazioni veri e propri hub della mobilità integrata dove le persone possono trovare sempre più servizi in grado di soddisfare le loro esigenze quotidiane”.

 

Oltre alla mostra didattica interattiva allestita all’interno delle quattro carrozze del Treno Verde 2019, in ogni tappa cittadini e studenti potranno conoscere le più innovative idee sul tema mobilità sostenibile e intermodalità. Tra i partner coinvolti sul Treno Verde ci sono Ecopneus, EnelX e Ricrea, Bosch, Iterchimica, Montello, Valorizza, Con.Tec, Ecoplus, 100% Campania – Formaperta, Lime e Movecoin. Gli allestimenti delle carrozze sono stati curati, invece, dall’Accademia delle Arti e nuove tecnologie di Roma. Il Treno Verde sarà a Palermo (dal 18 al 20 febbraio), a Bari (dal 22 al 24 febbraio), a Napoli Centrale (dal 26 al 28 febbraio), a Roma Termini (dal 2 al 4 marzo), a Pescara (dal 6 all’8 marzo), ad Arezzo (dal 10 al 12 marzo), a Civitanova Marche (dal 14 al 16 marzo), a Rimini (dal 18 al 20 marzo), a Padova (dal 22 al 24 marzo), a Genova Piazza Principe (dal 26 al 28 marzo), a Torino Porta Nuova (dal 30 marzo al 1 aprile) e a Milano Porta Garibaldi (dal 3 al 5 aprile).

 

Un Commento

  1. Beppe
    Posted marzo 23, 2019 at 6:39 pm

    A Londra stanno tornando le fontanelle pubbliche dell’acqua perché sono stufi di bottiglie vuote perse. In Italia le stazioni vendono l’acqua e gironzola un treno verde. C’è qualcosa che non va…

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *