• Articolo Horsen, 11 maggio 2012
  • Un'iniziativa ispiratasi al Giro d'Italia

    UE: bici rosa per i ministri dell’Energia

  • Il comune danese di Horsen ha messo a disposizione dei partecipanti al meeting 100 biciclette rosa realizzate con materiali riciclati per ricordare l’importanza della mobilità sostenibile

(Rinnovabili.it) – Arrivare ad un meeting internazionale in bicicletta. L’idea l’ha avuta il Ministro danese dell’Energia del Clima e delle Costruzioni, Martin Lidegaard, che ha incoraggiato i Ministri dell’Energia dell’Unione Europea a recarsi all’incontro del Consiglio UE tenutosi ad Horsens a fine aprile.

Stamane ne ha dato notizia la Presidenza europea ricordando che la Danimarca, dove il 95% della popolazione si sposta in bicicletta, ha voluto sottolineare l’importanza e l’efficacia della mobilità a basso impatto ambientale. Solo a Copenhagen, infatti, una persona su tre si sposta in bici sia per andare a lavoro che nel tempo libero, contribuendo così alla buona qualità dell’aria. Per questo nel corso della Presidenza danese del Consiglio dell’UE i delegati sono stati invitati a fare largo uso delle due ruote messe loro a disposizione anche al di fuori degli alberghi che li ospitano.

Ispirandosi al colore rosa della maglia dei ciclisti del Giro d’Italia, che ha fatto tappa ad Horsen la scorsa settimana,  il comune danese ha prodotto cento biciclette rosa utilizzando materiali riciclati e mettendo il parco bici a disposizione dei delegati, dei giornalisti e dei Ministri. “La Danimarca è una nazione  che va in bicicletta, con una grande tradizione di settore in tutto il mondo. Le biciclette sono un ottimo modo per catalogare Horsens e la Danimarca come una città e un paese sostenibili. Nella nostra città, la bici è l’ideale, perché molti percorsi passano attraverso luoghi idilliaci. Inoltre, il ciclismo è sano sia per coloro che pedalano che per l’ambiente. Questo è qualcosa che vorremmo trasmettere agli altri “, dice Charlotte Walkusch, coordinatore del progetto presso il Comune di Horsens.