• Articolo Londra, 7 gennaio 2013
  • Un rapporto del SMMT

    Uk: emissioni in calo per le nuove auto circolanti

  • Quasi in linea con gli obiettivi europei il parco circolante britannico si sta rinnovando lasciando spazio all’alimentazione alternativa

(Rinnovabili.it)- Continuano a scendere le emissioni medie delle nuove auto britanniche.  A rivelarlo i dati di settore pubblicati oggi dalla Society of Motor Manufacturers and Traders (SMMT) che rivela come la CO2 rilasciata dalle nuove automobili sia scesa a 133,1 gr/km nel corso del 2012, in calo di circa il 23% rispetto a dieci anni fa e quasi in linea con gli obiettivi europei, fissi a 130 gr/km da garantire entro il 2015.

 

Ad andare bene anche la vendita di vetture ad alimentazione alternativa tra cui veicoli elettrici, a gas e a biofuel, salita del 9,4% rispetto al 2011, ovvero il doppio rispetto all’immatricolazione di auto a benzina. I 27.841 veicoli alimentati alternativamente venduti nel 2012 sono certamente poca cosa in confronto ai 978.089 veicoli a benzina e a oltre un milione di diesel , ma hanno comunque ottenuto una quota di mercato dell’1,4 per cento sette volte superiore rispetto alle quote del 2003.

Spesso la richiesta di nuovi modelli ecologici sostituisce la presenza di veicoli inquinanti, rinnovando così la flotta in circolazione.

 

“Il mercato è cresciuto alla sua massima velocità per 11 anni grazie ad auto innovative, e sempre più efficienti dal punto di vista dei consumi di carburante che hanno attratto gli acquirenti negli showroom,” ha dichiarato  Paul Everitt, chief executive del SMMT. “Guardando avanti al 2013 ci aspettiamo il mercato rimanga pressoché stazionario, con produttori e commercianti che lavoreranno sodo per fornire qualità e valore per gli automobilisti”.