• Articolo Toronto, 19 giugno 2012
  • Obiettivo, ridurre le emissioni di CO2 di oltre il 40%

    Un “volo perfetto” sopra i cieli del Nord America

  • Airbus e Air Canada hanno fatto decollare da Toronto verso Città del Messico l’ultimo nato di una famiglia di aeromobili eco-efficienti ed alimentati a biofuel

(Rinnovabili.it) – Alla ricerca del Volo Perfetto. Questa l’impresa in cui si sono gettati a capofitto Airbus e Air Canada con l’obiettivo di attraversare i cieli del Nord America riducendo il  bagaglio di emissioni dei voli di linea. Grazie alla combinazione della più moderna ingegneria avionica ad un’alimentazione a base di biocarburanti, è decollato ieri da Toronto per atterrare qualche ora dopo a Città del Messico un Airbus A319, soprannominato Volo Perfetto per le sue caratteristiche prestazionali. A cominciare dalla capacità di emettere meno del 60% di CO2 rispetto ad un volo tradizionale.

Il volo di oggi con Air Canada prova che l’industria dell’aviazione è in una posizione forte per ridurre le emissioni e per operare un numero sempre maggiore di Voli Perfetti”, ha dichiarato Fabrice Brégier, Presidente e CEO di Airbus. “Per rendere tutto questo una realtà commerciale quotidiana, è ora necessaria la volontà politica che incentivi le iniziative volte a portare su scala industriale l’uso dei biocarburanti sostenibili e che acceleri la modernizzazione del sistema di gestione del traffico aereo. Abbiamo bisogno di un concreto appoggio da parte dei governi e di tutti gli stakeholder dell’aviazione per avventurarci oltre le limitazioni odierne”.

Il merito di un risultato simile va sia all’eco-efficienza dell’aeromobile sia all’impiego di una miscela di biocarburanti sostenibili (mix al 50%) ottenuta dal riciclo dell’olio da cucina esausto. Ma c’è dell’altro. Il volo di linea ha potuto contare su procedure ottimizzate di Gestione del Traffico Aereo (ATM – Air Traffic Management): in accordo con le autorità di gestione ha seguito la rotta più diretta, usando il profilo di volo verticale più efficiente e attraverso l’avvicinamento in discesa continua (Continuous Descent Approach) a Città del Messico, per risparmiare carburante e ridurre il rumore.

Infine una combinazione di best practice come il rullaggio con un solo motore (single-engine taxing), l’equipaggiamento leggero della cabina e la pulitura esterna dell’aeromobile ne hanno migliorato aerodinamicità.