• Articolo Londra, 26 marzo 2012
  • Il progetto per un centro di eccellenza

    Un MoU per la mobilità elettrica

  • Da una joint venture tra Nissan e Gateshead College nasce il progetto per il Zero Emission Centre of Excellence

(Rinnovabili.it) – La Nissan spinge l’acceleratore dell’innovazione e punta alla costruzione di un nuovo centro d’eccellenza che possa velocizzare lo sviluppo e la diffusione di veicoli elettrici sempre più performanti.

Grazie alla joint venture con il Gateshead College, la società tenterà di trasformare la regione nell’epicentro in Europa delle competenze relative ai veicoli elettrici dove tutti i modelli LEAF elettrici verranno prodotti a partire dal prossimo anno.

Dal memorandum of understanding (MoU) con il Gateshead College nascerà il Zero Emission Centre of Excellence (ZECE), con la speranza possa diventare al più presto un “incubatore di imprese per l’industria dei veicoli elettrici”.

Inizialmente gli sforzi del Centro si concentreranno sulle infrastrutture di ricarica e iniziative second life per le batterie esauste, per poi passare a nuovi processi di fabbricazione di sistemi di ricarica rapida che permetteranno di “fare il pieno” in circa 30 minuti. Gran parte degli sforzi saranno quindi anche dedicati allo studio di nuove possibilità di reimpiego delle batterie esauste per nuovi progetti che prevedono l’immagazzinamento di energia prodotta da fonti rinnovabili.

Etienne Henry, responsabile dell’Unità di Zero Emission di Nissan Business in Europa, ha dichiarato che grazie al potenziale del centro di creare posti di lavoro e tirocini, e la produzione della Nissan LEAF nel Sunderland a partire dai primi mesi del 2013, il Nord-Est oltre a divenire l’epicentro della esperienza veicolo elettrico in Europa “aiuterà la Nissan a trovare nuove opportunità uniche che le nostre imprese che trattano veicoli elettrici per quanto riguarda le infrastrutture per la ricarica e i progetti second life“, ha aggiunto.

“Per molti di questi aspetti della nostra attività abbiamo bisogno di partner commerciali, di finanziamenti o dell’accordo di enti pubblici e privati, e l’accordo con Gateshead Collegio ci aiuterà a raggiungere questi obiettivi”.