• Articolo Barcellona, 19 ottobre 2012
  • Sostenuto dal Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico

    Unplugged, la ricarica delle e-car taglia i fili

  • Un budget di 2,3 mln e una durata di 2 anni per il nuovo progetto di ricerca che si propone di indagare come l’uso della ricarica induttiva in ambiente urbano migliori la sostenibilità dei trasporti a 4 ruote

Unplugged, la ricarica delle e-car taglia i fili(Rinnovabili.it) – L’ultima innovazione in fase di sperimentazione nel mondo della mobilità elettrica è la ricarica wireless, una tecnologia che permette di fare “il pieno”  ai veicoli a batteria sfruttando il principio dell’induzione magnetica. A lanciarsi nella sperimentazione è anche la ricerca europea che ha presentato ieri a Barcellona UNPLUGGED, progetto che si propone di indagare come l’uso della ricarica induttiva nei veicoli elettrici in ambiente urbano possa migliorare la convenienza e la sostenibilità dei trasporti a 4 ruote. Dietro ad  UNPLUGGED c’è l’European Green Cars Initiative uno dei tre partenariati pubblico-privato del piano europeo di ripresa economica annunciato nel novembre del 2008 che ha saputo coinvolgere nel lavoro 17 partner, tra cui centri di ricerca privati ​​e università.

 

Il progetto, con un budget di 2,3 milioni di euro e due anni a disposizione, si dedicherà allo studio nel dettaglio della fattibilità tecnica, delle questioni pratiche, dell’interoperabilità, della percezione degli utenti e degli impatti socio-economici della tecnologia wireless. Come parte dell’iniziativa, saranno realizzati due sistemi intelligenti di e-charge tenendo conto delle necessità dei produttori di apparecchiature originali, dei fornitori di energia e degli utenti finali. La peculiarità dell’iniziativa rispetto alle sperimentazioni già effettuate a livello mondiale è quella di dedicarsi alla realizzazione di un sistema concepito per operare in ambienti difficili incluse temperature estreme, ghiaccio e neve.