• Articolo Washington, 3 aprile 2012
  • Ne ha dato notizia l'EPA

    Usa: 20 aziende dicono sì all’E15

  • Una ventina di aziende statunitensi sono disposte a produrre e commercializzare l’E15, un biofuel green al 15%

(Rinnovabili.it) – Venti aziende statunitensi hanno deciso di iniziare a produrre il nuovo etanolo E15, una miscela green da immettere sul mercato per abbassare gli inquinanti prodotti dal consumo di carburanti tradizionali.

Attualmente la maggior parte del carburante venduto nelle stazioni di servizio è una miscela 9 a 1 di benzina ed etanolo ottenuto dalla lavorazione del mais ma grazie al nuovo accordo la percentuale bio sale al 15%. L’Environmental Protection Agency statunitense ha dichiarato di aver approvato le prime domande per la produzione di etanolo E15, “un passo significativo verso la produzione, la vendita e per l’impiego” in automobili e autocarri leggeri costruiti a partire dal 2000. “Forse già in estate vedremo l’E15 nelle stazioni di servizio nel cuore dell’America”, ha detto Bob Dinneen della Renewable Fuels Association. Grazie alla commercializzazione del biofuel, ha specificato Tom Buis dell’Associazione Growth Energy, potrebbero scendere i prezzi dei carburanti tradizionali. Ma prima che il commercio dell’E15 si diffonda nel paese ci sarà bisogno di adeguare numerose strutture e di un programma di monitoraggio che sia in grado di assicurare la corretta vendita e il giusto impiego del biocarburante, modificando, dove necessario, le normative nazionali. Al momento, infatti, solo una piccola percentuale delle pompe di benzina distribuite sul territorio sarebbe in grado di distribuire il nuovo biofuel.