• Articolo Bruxelles, 9 settembre 2019
  • Europa: nel 2020 saranno venduti un mln di veicoli elettrici

  • L’analisi condotta da Transport & Environment (T&E) stima che, nel prossimo anno, le vendite di mezzi elettrici conquisteranno un 5% di quota di mercato. Nel 2021 si salirà al 10%

veicoli elettrici

Credit: Max Pixel – (CC0 1.0)

 

Analizzati i piani di produzione europei dei veicoli elettrici

(Rinnovabili.it) – La normativa europea sulle emissioni di auto e mezzi leggeri inizia a dare i suoi frutti. Secondo uno studio rilasciato oggi da Transport & Environment (T&E), il prossimo anno potrebbero essere venduti nel Vecchio Continente fino ad un milione di veicoli elettrici (full electric e ibridi plug-in). L’analisi è stata elaborata in base agli obiettivi UE e alle nuove strategie del comparto automobilistico, e prevede che le vendite del segmento si aggireranno intorno al 5% (intervallo 3-7%) sul totale del mercato 2020, per toccare quota 10% (intervallo 5-12%) l’anno successivo.

 

Non ritratta tuttavia di un successo. L’attuale legge sulla CO2 delle auto – che stabilisce un obiettivo di 95 g di anidre carbonica/ km per il 2020/21 – è stata concordata quasi 10 anni con lo scopo di realizzare un cambiamento graduale nella decarbonizzazione dei trasporti su strada. Ma a 16 mesi dal suo termine (sarà successivamente sostituita da nuove norme e tetti emissivi più stringenti), le case automobilistiche mostrano di essere complessivamente a meno della metà dei loro target.

 

>>Leggi anche Taglio emissioni nei trasporti: nessun Paese Ue centrerà l’obiettivo per il 2030<<

 

Questi lenti progressi sono da ricollegare, secondo T&E, essenzialmente a tre fattori. In primo luogo, l’incapacità di migliorare in modo significativo le emissioni di CO2 delle auto con motore convenzionale installando tecnologie più pulite. In secondo luogo, l’offerta molto limitata di modelli ibridi plug-in su cui l’automotive europea ha intenzionalmente puntato negli scorsi anni. Da ultimo, un’enorme crescita delle vendite di SUV che sono passate dal 7% nel 2009 a ben il 36% nel 2018 e dovrebbero raggiungere quasi il 40% entro il 2021. Una tendenza che ha annullato qualsiasi effetto benefico legato al declino del diesel di questi ultimi anni.

 

>>Leggi anche Possedere un’auto elettrica costa meno dei veicoli diesel<<

 

“Per anni – spiega Julia Poliscanova, direttrice della sezione Veicoli Puliti a T&E – le case automobilistiche non hanno fatto nulla per ridurre le proprie emissioni. Ora, grazie alla normativa UE sulle emissioni di CO2 delle auto, si stanno finalmente preparando per iniziare a vendere le auto elettriche e più efficienti in termini di consumo di carburante che l’emergenza climatica richiede. Ciò significa che vedremo veicoli elettrici di buona qualità a prezzi accessibili nel prossimo anno o due, e non in dieci, e questa è un’ottima notizia per i consumatori che risparmieranno molti soldi alla pompa”.

 

Credit: T&E

Credit: T&E

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *