• Articolo Bruxelles, 30 ottobre 2019
  • Veicoli green: l’UE a due velocità

  • L’Italia, tra le ultime in classifica per la vendita di auto elettriche, conquista il podio con i veicoli ibridi e a metano. Tuttavia, i dati dell’Associazione europea di costruttori di automobili (ACEA) mostrano un’Europa spaccata in due nella diffusione della cosiddette automobili green.

Veicoli green

Credits: andreas160578 da Pixabay

I dati ACEA del 2018 mostrano una spaccature tra Est e Ovest nella vendita di veicoli green

(Rinnovabili.it) – Secondo l’Associazione europea dei costruttori di automobili (ACEA), la vendita dei veicoli a propulsione alternativa ha una diffusione estremamente disomogenea fra gli Stati membri dell’UE. La situazione riguarda tutti i tipi di veicoli green, anche se con percentuali diverse fra loro: autovetture elettriche a batteria, ibride plug-in e ibride elettriche, nonché quelle alimentate a gas naturale o a idrogeno.

 

Nello specifico, i dati  (testo in inglese) ACEA del 2018 mettono in evidenza la spaccatura tra Ovest ed Est Europa nella diffusione delle auto green. Ad esempio, il numero di auto elettriche a batteria e ibride plug-in vendute lo scorso anno variava da sole 93 unità in Lettonia (quota di mercato dello 0,6%) a 67.504 in Germania (quota di mercato del 2%). Ma quando si tratta di veicoli elettrici, il rapporto ACEA evidenzia non solo una divisione est-ovest, ma anche una marcata distinzione nord-sud. In effetti, le auto elettriche hanno rappresentato meno dell’1% delle vendite totali in Italia e Spagna lo scorso anno. Solo in tre paesi dell’UE i veicoli elettrici rappresentano oltre il 2,5% del mercato automobilistico: in Germania, con 67.504 veicoli (2% quota di mercato), seguita da Regno Unito (59.911, 2,5%) e Francia (45.587, 2,1%).

 

>>Leggi anche Gemme: la visione green di ANAS<<

 

Tuttavia, pur essendo tra le ultime in classifica nel caso delle auto elettriche, l’Italia conquista il podio per altre tipologie di veicoli green. Infatti, le auto ibride e alimentate a gas naturale sono le due tipologie di ‘veicoli alternativi’ più vendute nel nostro paese e rappresentano rispettivamente il 3,2% e il 2% dell’intero mercato europeo. Nel caso delle ibride, l’Italia conquista il terzo posto, superata da Germania e Francia con rispettivamente 98.816 e 91.815 veicoli venduti, pari al 4,8% e al 4,6% del mercato. Nel caso del gas naturale, l’Italia conquista il record europeo di vendite con 37.406 autovetture.

 

Dati ACEA

Credits: ACEA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come ricorda il direttore generale dell’ACEA, Eric-Mark Huitema, “sebbene la quota media di mercato dell’UE delle alternative stia aumentando, le enormi discrepanze in Europa sono estremamente preoccupanti. Mentre avanziamo nella transizione verso la mobilità a emissioni zero, dobbiamo garantire che paesi e cittadini siano lasciati indietro.

 

>>Leggi anche Decreto Clima, gli ultimi ritocchi prima della discussione<<

 

 

 

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *