• Articolo Venezia, 28 marzo 2014
  • Coinvolto un comitato scientifico internazionale

    A Venezia nasce CAMI, centro di ricerca sull’innovazione auto

  • Focus su mobilità e innovazione grazie alla nuova struttura realizzata dal dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari Venezia

A Venezia nasce CAMI, centro di ricerca sull’innovazione auto(Rinnovabili.it) – Confrontarsi, testare, innovare. Con questi tre aggettivi si può riassumere il lavoro che verrà svolto presso CAMI (Center for automotive and mobility innovation), il nuovo centro di ricerca sull’innovazione auto fondato dal dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari Venezia. La nuova struttura è stata creata con l’obiettivo di rispondere alle attuale sollecitazione nei confronti del comparto dell’automotive, un settore in piena trasformazione.

“Il Centro nasce come luogo di confronto tra studiosi interessati a testare ipotesi e teorie proprie di vari campi e applicarle al complesso mondo della mobilità e dell’auto”, afferma Anna Cabigiosu, ricercatrice e direttore esecutivo di CAMI. Al suo avvio, il centro conta 11 ricercatori e un comitato scientifico che vanta studiosi di livello internazionale, grazie ai quali l’attività di studio si concentrerà su tutta al catena del valore, dalle materie prime, alle attività di sviluppo prodotto e assemblaggio, alla distribuzione e marketing, alla finanza ed ai servizi, come le assicurazioni o il fleet management.

 

Nell’industria automobilistica gli investimenti in innovazione sono difficili da gestire perché ad alto rischio: alla complessità tecnologica del prodotto si affianca la risposta del mercato imprevedibile – spiega Francesco Zirpoli, direttore scientifico di CAMI e prorettore alla Ricerca di Ca’ Foscari -. Le case automobilistiche affrontano vincoli tecnologici, normativi, e organizzativi in uno scenario globale sempre più competitivo. Dal punto di vista della ricerca, si aprono nuove e affascinanti opportunità che spaziano dagli scenari evolutivi dell’industria automobilistica così come la conosciamo oggi alla frontiera della mobilità sostenibile”. I risultati saranno disseminati grazie al sito web http://virgo.unive.it/cami e alla collana Automotive Strategy and Organization di Edizioni Ca’ Foscari, che ha recentemente pubblicato Automotive in transition,  primo volume della serie già disponibile online.