• Articolo Bruxelles, 14 giugno 2012
  • Bruxelles è al lavoro sul nuovo progetto di legge per i trasporti

    Vincoli Ue alla CO2: dopo le auto, i van

  • In preparazione i nuovi vicoli emissivi per l’industria europea dei furgoni. Al 2020 il nuovo parco mezzi dovrà emettere una media di 147g di CO2 a km

(Rinnovabili.it) – Dopo le indiscrezioni trapelate in merito al nuovo obiettivo vincolante per le auto prodotte in Europa al 2020, arrivano anche i dettagli del progetto normativo sull’industria UE dei furgoni. L’Esecutivo sta infatti redigendo il testo  che conterrà  i limiti alle emissioni dei nuovi van, da applicare sempre alla fine di questo decennio. Secondo la bozza, visionata in queste ore dall’agenzia di stampa Reuters, sarebbe stato definito “fattibile” lo standard di 147 g di CO2 a km.

Il nuovo obiettivo seguirà quello già imposto ai produttori di furgoni  di 175 g CO2/km per il 2017. Entro la fine del 2014, la Commissione europea valuterà la necessità di ulteriori obiettivi da applicare al 2025 e al 2030. Le aziende che non centreranno l’obiettivo al 2020 si troveranno ad affrontare multe di 95 euro per grammo di CO2 superiore a veicolo. Da una valutazione sull’impatto della nuova direttiva è stato stimato che il nuovo limite vincolante permetterebbe una riduzione di circa il 25 per cento del consumo di carburante facendo risparmiare circa 25 miliardi di euro l’anno. La proposta di legge dovrebbe essere pubblicata il mese prossimo.