• Articolo Londra, 12 ottobre 2011
  • Lavorando sui carburanti verdi

    Virgin: dalle emissioni dell’industria, il carburante per gli aerei

  • La compagnia aerea britannica prevede di affidarsi al riciclo dei gas di scarico delle acciaierie per alimentare i propri voli commerciali

(Rinnovabili.it) – La compagnia aerea del magnate miliardario Richard Branson ha un grande piano per il futuro. La Virgin Atlantic ha annunciato che fra tre anni la propria flotta aerea sarà totalmente alimentata da una miscela di combustibili ordinari e “carburanti di riciclo” ottenuti da gas di scarico dei grandi impianti industriali. Cuore del progetto, la tecnologia che converte le emissioni ad alta intensità di carbonio del comparto produttivo più energivoro, come centrali elettriche, acciaierie e impianti per la lavorazione dell’alluminio, in etanolo. Per ottenere l’alcool ci si affida all’attività microbica di alcuni batteri presenti nell’intestino di coniglio, sulle molecole di CO2 sottratte ai fumi industriali. Il processo in questione è stato sviluppato dalla neozelandese LanzaTech, in collaborazione con una società svedese produttrice di biofuel e un primo impianto dimostrativo sarà commissionato in Cina già quest’anno.

Il crescente interesse delle compagnie aeree verso il proprio impatto ambientale ha dato vita ad una rivoluzione su piccola scala; questa estate, Alitalia ha inaugurato un volo di linea commerciale alimentato in parte con olio da cucina esausto, e Lufthansa ha seguito l’esempio con un carburante ricavato dalla biomassa. Ma il biocombustibile della compagnia britannica potrebbe rivelarsi ancor più conveniente, sia dal punto di vista economico che ambientale. Nonostante la data della rivoluzione green si stata fissata per il 2015, i primi voli sperimentali con lo speciale “biocarburante riciclato” partiranno fra meno di 24 mesi. Ha commentato Branson durante un’intervista:

“Ho avuto la fortuna di fare alcuni annunci interessanti nella mia vita, e credo che questo sia uno dei più emozionanti. Fra 24 mesi da oggi dovremmo avere aerei che volano da Londra a Shangai o Nuova Dehli grazie a questo carburante. Dopodiché coinvolgeremo tutto il resto della flotta della Virgin Atalantic”.

Le prime previsioni rilasciate dalla compagnia assicurano che il nuovo mix combustibile permetterà agli aerei della Virgin di dimezzare le proprie emissioni.