• Le monografie 24 settembre 2013
  • Omega Center for Sustainable Living

  • Certificazione LEED e Living Building Challenge per l’Omega Center di New York, il green building che grazie ad alghe e lumache trasforma le acque inquinate in acqua potabile.

  • Oggetto:

    Center for Sustainable Living

    Luogo:

    Rhinebeck (New York)

    Committente:

    OCSL

    Progettista:

    BNIM

    Costi di realizzazione:

    4,2 mld $

    Tempi di realizzazione:

    Completato nel marzo 2009

Omega-Center for Sustainable Living

 

(Rinnovabili.it) – Tra i pochi edifici che si sono aggiudicati l’ambita ed estremamente pretenziosa certificazione Living Building Center troviamo anche l’Omega Center for Sustainable Living (OCSL) di New York, la sede di un’organizzazione no-profit dedicata alla depurazione delle acque ed all’educazione alla sostenibilità.

 

Omega-Center for Sustainable LivingOltre ad incarnare tutti i principi necessari per essere definito green building, l’Omega Center è anche uno dei pochi edifici ad uso pubblico ad aver ricevuto la doppia certificazione Living Building Challenge e LEED Platinum, producendo molta più energia di quella necessaria al suo funzionamento.

 

All’interno dell’Omega Center è possibile osservare la trasformazione delle acque reflue in acqua potabile, attraverso un processo esclusivamente naturale, senza l’impiego di nessuna sostanza chimica; nello stesso tempo l’Omega Center permette ai visitatori di conoscere da vicino sistemi solari e geotermici, che forniscono energia per il raffrescamento ed il riscaldamento coprendo tutti i consumi dell’edificio.

 

 

In equilibrio tra natura e architettura

 

Omega-Center for Sustainable Living

 

Prima di trasformarsi in un esempio di efficienza, il sito dove oggi sorge l’Omega Center, era occupato da una discarica, un ulteriore elemento da tenere in considerazione durante la bonifica del sito.

Oggi il progetto per l’Omega Centre for Sustainable Living elaborato dai progettisti di BNIM Architects, produce più energia di quella consumata grazie all’impianto geotermico, al sistema fotovoltaico, all’elevata efficienza dell’involucro ed alla cisterna per il recupero delle acque piovane e grige di oltre 60.000 litri.

 

FOTOVOLTAICO E GEOTERMICO – Sono 200 i pannelli fotovoltaici disposti sulla copertura che permettono una produzione totale di circa 38,994 kWh, contro una richiesta elettrica rilevata sul campo pari a circa 37.190 kWh/anno, trasformando l’Omega Center, in un centro Net Zero Energy.

Come per l’energia elettrica anche il riscaldamento ed il raffrescamento sono garantiti al 100% dall’energia rinnovabile, grazie al sistema geotermico.

 Omega-Center for Sustainable Living

 

MATERIALI – Sia il protocollo Green Building Council che il Living Building Challenge impongono agli edifici certificati secondo i propri standard una severa politica in fatto di materiali.

Oltre ad essere assolutamente privi delle sostanze chimiche più pericolose (tra cui il cadmio, i clorofluorocarburi (CFC), la formaldeide, piombo, mercurio e il cloruro di polivinile – PVC), tutti i materiali leggeri impiegati per la costruzione, come l’isolamento, i tessuti le moquette, devono provenire da un raggio massimo di 1000 miglia dal sito di costruzione; per  i materiali di media pesantezza, come il legno la distanza scende ad un massimo di 500 miglia (circa 800km); riducendosi a sole 250 miglia (circa 400 km) nel caso dei materiali pesanti come pietra, ceramica, cotto e cemento.

 

Omega-Center for Sustainable Living

 

RICICLO E RECUPERO – Mentre il legno è certificato dalla Forest Stewardship Council (FSC), il cemento impiegato è stato prodotto con inerte riciclato al 44%, mentre il 99% dei materiali utilizzato per la costruzione o dismessi dall’edificio precedente, sono stati reimpiegati in altre costruzioni o direttamente riutilizzati nel nuovo edificio.

 

 

Il cuore verde di Omega Center: l’Eco-machine

 

Omega-Center for Sustainable Living

 

Il cuore pulsante dell’Omega Center è l’Eco Machine, il sistema di fitodepurazione che permette il trattamento delle acque reflue e delle acque piovane dell’intero campus, attraverso la purificazione naturale messa in atto dalle alghe microscopiche, funghi, batteri, piante e addirittura lumache.

Ogni giorno circa 20.000 litri d’acqua vengono purificati da Eco Machine, attraverso sette passaggi chiave che, in poco più di 36 ore, trasportano il refluo attraverso una serie di vasche dotate di caratteristiche a se stanti, trattenendo progressivamente sempre più sostanze inquinanti, fino alla completa purificazione del liquido.

 

Omega-Center for Sustainable Living

Una volta completato il ciclo, l’acqua torna ad essere disponibile per i servizi igienici, le docce ed i lavandini, coprendo l’intero fabbisogni idrico del campus Omega Center.

 

Nonostante il bacino d’utenza di Eco Machine durante la stagione estiva dell’Omega Center, si attesta attorno a circa 95.000 litri d’acqua purificata al giorno, l’impianto è stato calibrato su una portata di circa 195.000 litri al giorno.

L’architettura dell’Omega Center è stata studiata per favorire la massima illuminazione naturale all’interno della struttura, permettendo un rapido sviluppo delle piante delle alghe e dei microorganismi, inseriti nei bacini d’acqua.