• Articolo Torino, 12 febbraio 2018
    • Legno Energia Nord Ovest, una filiera virtuosa dall’inizio alla fine

    • Il progetto è stato presentato nel corso di un convegno nell’Incubatore Imprese I3P del Politecnico di Torino, alla presenza dell’assessore all’Ambiente della Regione Piemonte.

    Legno Energia Nord Ovest

     

     In Piemonte nasce il progetto Legno Energia Nord Ovest

    (Rinnovabili.it) – Una filiera foreste-biomasse-energia che possa dirsi non solo sostenibile sono ogni aspetto ma che sappia anche incrementare le occasioni di sviluppo per il territorio. Con questo obiettivo nasce “Legno Energia Nord Ovest” progetto piemontese dedicato alla creazione di un nuovo modello di cooperazione nel settore delle biomasse forestali. L’iniziativa, presentata in questi giorni a Torino, è promossa dalla startup Replant, da La Foresta, impresa forestale di Susa, e Aiel, l’associazione italiana per le energie agroforestali.

     

    Insieme tre partner affronteranno i nodi critici della filiera del legno piemontese per creare un sistema virtuoso dall’inizio alla fine: dalla gestione, legale e tracciata, delle risorse forestali alla produzione di energia termica a basse emissioni. Un aspetto quest’ultimo su cui si stanno concentrando molte delle misure anti smog varate nelle regioni del Nord Italia. In tema di emissioni di polveri sottili, infatti, una frazione consistente (49%) risulta proprio a carico del riscaldamento domestico per cui, tra i diversi combustibili utilizzati, la legna è quello di gran lunga  più inquinante.

     

    Come spiega il biologo Andrea Crocetta di Replant, produrre energia, in particolare calore, da legname proveniente da lavorazioni forestali è una soluzione responsabile dal punto di vista ambientale. Ma affinché i benefici siano concreti e duraturi è necessario un percorso di qualificazione che assicuri riduzione delle emissioni, controllo e manutenzione costante di stufe e camini e impianti e qualità dei combustibili. In questo senso, il progetto Legno Energia Nord Ovest si impegna a creare un meccanismo virtuoso attraverso cui la filiera affronti le principali criticità che ancora si porta dietro, preparandosi nel contempo alle sfide future, dagli obiettivi rinnovabili alla resilienza climatica passando per il contenimento degli incendi e del dissesto idrogeologico.

     

    Come si legge nella nota stampa della Regione, Legno Energia Nord Ovest mira alla cooperazione fra le imprese della filiera muovendosi su tre direttive: comunicazione, elaborazione di dati e realizzazione di azioni di supporto: con attività di monitoraggio economico, promozione delle certificazioni, sostegno alla ricerca. L’iniziativa è stata presentata nel corso di un convegno nell’Incubatore Imprese I3P del Politecnico di Torino, alla presenza dell’assessore all’Ambiente della Regione Piemonte.

    Tutte le News | Piemonte
    bioeconomia15 gennaio 2018

    Il Piemonte inaugura la piattaforma tecnologica sulla bioeconomia

    La Regione promuoverà nuovi progetti in ambito agroalimentare e nei settori della chimica verde e delle tecnologie pulite con un fondo da 40 milioni di euro

    rifiuti28 dicembre 2017

    Piemonte: ok a nuova legge rifiuti, premiato chi differenzia

    Il Consiglio regionale ha approvato il nuovo provvedimento legislativo che disciplinerà il governo della gestione dei rifiuti. Nascono i “Consorzi di area vasta”

    Energia pulita17 novembre 2017

    Energia pulita dai reflui: in Piemonte il 1° depuratore a fuel cell

    L’impianto è il primo al mondo ad auto alimentarsi con il biogas ottenuto dal trattamento dei reflui,: succede a Collegno nella centrale di depurazione della SMAT

    efficienza energetica17 gennaio 2017

    Piemonte: 76mln per l’efficienza energetica degli edifici pubblici

    Enti locali, ospedali e agenzie territoriali per la casa i beneficiari dei nuovi fondi regionali dedicati al retrofit energetico

    Piemonte12 maggio 2014

    Approvato bando da 13,5 mln per acquistare e-bus

    Potranno presentare domanda di contributo le aziende che effettuano trasporto di linea nei circa 700 Comuni piemontesi