Premio Speciale Rinnovabili.it

 

Premio Speciale Rinnovabili.it

Il Premio Speciale Rinnovabili.it è il riconoscimento creato dalla testata per promuovere la cultura ambientale ed ecologica attraverso linguaggi innovativi. Nato nel 2016 all’interno della cornice dei CETRI Educational Awards, il premio è dedicato a tutte le nuove forme di comunicazione ambientale, selezionate tra media tradizionali e di ultima generazione, in grado di veicolare efficacemente il messaggio che è al cuore della mission di Rinnovabili.it: segnare il percorso verso una rivoluzione sostenibile della società.

Fonti rinnovabili, lotta al cambiamento climatico, innovazione ecologica, crescita economica inclusiva, utilizzo responsabile delle risorse, sicurezza idrica ed energetica: questi sono solo alcuni dei temi cari al quotidiano e che il Premio Speciale Rinnovabili.it tenta di valorizzare, mettendo in luce esempi virtuosi di comunicazione che si sono distinti per il valore culturale e sociale.

 

“Con il nostro premio – spiega il direttore Mauro Spagnolo – abbiamo voluto valorizzare il ruolo fondamentale dell’informazione ambientale nel processo di decarbonizazzione del pianeta. Solo la consapevolezza dei cittadini sulle reali condizioni di salute della Terra può sostenere la profonda rivoluzione economica, sociale e culturale che già stiamo vivendo”.

 

2016 – Nella prima edizione il riconoscimento è andato a Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini, registi di “BRING THE SUN HOME”.  Prodotto da Sole Luna – un ponte tra le culture ed Enel Green Power, il docufilm segue le vicende di una quarantina di donne analfabete provenienti da sperdute zone rurali e isolate dell’America del Sud, e arrivate in India per studiare la tecnologia fotovoltaica. L’opera segue da vicino il viaggio di queste “ingegnere solari”, che superando tutte le difficoltà del caso, dalla barriera linguistica e le difficoltà delle nozioni tecniche, hanno scelto di gettarsi a capofitto in questa avventura per essere in grado di portare luce ed energia pulita nelle proprie comunità.

 

2017 – Anche la seconda edizione del premio va ad un “viaggio”, quello compiuto dai francesi Cyril Dion e Mélanie Laurent nel docufilm Diman (Domani). La genesi dell’opera racchiude il vero valore di Diman: Dion e Laurent nel 2012 leggono un report scientifico, pubblicato sulla rivista Nature, in cui si denuncia la grave crisi ecologica in atto nel Pianeta e il ridotto spazio d’azione dell’umanità per evitare la catastrofe. Partendo proprio da quest’ultimo concetto, i due registi si sono lanciati un’avventura on the road alla ricerca di una ricetta per scongiurare il disastro ambientale. E lo hanno fatto attraversando Europa e Stati Uniti per raccogliere gli esempi virtuosi in cinque campi (gli stessi che suddividono il film in capitoli): l’agricoltura, l’energia, l’economia, la democrazia e l’istruzione.